Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1263
COMISO - 20/03/2011
Attualità - Comiso: Sos di Federalberghi per la crisi Sud-orientale

Soaco: "Le coste siciliane diventeranno centri profughi"?

Sos del presidente Rosario Dibennardo: «Firmare subito i decreti aeroporto, c’è rischio che l’area Sud orientale diventi un centro smistamento profughi, con grave danno alla prossima stagione turistica»

Rosario Dibennardo , presidente della So.A.Co, e presidente di Federalberghi Sicilia, lancia un invito alla stessa associazione nazionale perché intervenga presso il governo Berlusconi al fine di rendere operativo quanto prima l’aeroporto di Comiso. «Si intervenga con il Governo Berlusconi per evitare che le nostre coste diventino centro smistamento profughi e per accelerare le procedure dell’aeroporto di Comiso».

Per Dibennardo, il danno che la crisi internazionale sta arrecando al turismo, ora e ancora di più nelle prossime settimane, rischia di diventare incalcolabile. Dibennardo, che è anche presidente provinciale di Federalberghi-Confturismo Ragusa, si è rivolto al presidente nazionale, Bernabò Bocca evidenziando la gravità della situazione attuale destinata a peggiorare di ora in ora, anche sulla scorta delle notizie che arrivano dal fronte libico.

«Ma non solo – aggiunge Dibennardo – ho anche chiesto al presidente Bocca di intervenire ufficialmente per sbloccare le procedure relative all’aeroporto di Comiso, sollecitando il Governo nazionale ad attivare le proprie competenze legate alla firma di quei decreti che ancora impediscono la piena operatività dello scalo. Per la Sicilia sud orientale, oltre che per la provincia di Ragusa, poter contare sullo scalo di Comiso assumerebbe un significato strategico di grande rilievo».