Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 692
COMISO - 15/02/2011
Attualità - Comiso: novità importanti alla vigilia dell’arrivo dei profughi tunisini

Berlusconi non è venuto a Comiso, no profughi al Magliocco

Le case dell’aeroporto, risalenti ai tempi dei Cruise americani sono inagibili. Il sindaco Alfano ha visitato il centro Com, quasi idoneo ad accogliere 200 profughi in arrivo nelle prossime 48 ore Foto Corrierediragusa.it

Silvio Berlusconi non è venuto a Comiso. Il premier si è fermato a Sigonella e poi è ripartito in aereo per Roma. Il ministro dell’Interno Roberto Maroni, invece, da Catania si è recato a Mineo, dove c´è un grosso centro di accoglienza per profughi.

Secondo alcune indiscrezioni, sarebbero state modificate le decisioni prese ieri riguardo all’utilizzo dell’aeroporto Magliocco come centro profughi tunisini. Durante il vertice in Prefettura è stato accertato che le case dentro l’area aeroportuale, risalenti agli anni ’80, sarebbero inagibili. Il sindaco Giuseppe Alfano (foto)stamani ha visitato il centro Com della Protezione civile di via Bufalino, sulla Comiso-Chiaramonte Gulfi, perché pare sarà proprio quello il posto dove allocare almeno 200 profughi, già attrezzato per far fronte a inondazioni e terremoti. Entro le prossime 48 ore potrebbero arrivare i primi tunisini.

A conferma di queste indiscrezioni, la presenza delle ruspe nel centro che stanno spianando l’area per piazzare le tendopoli pronte ad accogliere i profughi in arrivo. Al Com si trovano attualemtne anche i Vigili del fuoco e la Guardia di Finanza.