Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1133
COMISO - 13/01/2011
Attualità - Comiso: l’ottimismo del sindaco Giuseppe Alfano

Il ministro Matteoli a Comiso: verificati servizi navigazione

La venuta del ministro e la verifica dei servizi a conferma dell’interesse che c’è attorno allo scalo comisano
Foto CorrierediRagusa.it

Altero Matteoli, ministro delle Infrastrutture, sarà a Comiso la prossima settimana. Il ministro, primo firmatario del decreto che sancisce il passaggio del sedime aeroportuale, e firmatario del decreto concernente i servizi di terra dell’aeroporto Magliocco, sarà in visita a Comiso, il prossimo lunedì, 17 gennaio, come aveva già anticipato un mese fa, il sindaco Alfano, dopo l’ultimo incontro romano.

«Nel pomeriggio di ieri – ha commentato Alfano - nel corso di un colloquio telefonico con l´on. Matteoli, ho avuto conferma del fatto, che lo stesso sarà presente a Comiso nel pomeriggio di lunedì. Si tratta di un momento importante e altamente qualificante per una struttura che tra non molto «servirà» l´intera Provincia di Ragusa e non solo. La presenza di Matteoli, testimonia il reale e più volte acclarato interesse da parte del governo Berlusconi a sostenere la fase di start up e di crescita dell´aeroporto».

Intanto s’è la verifica delle eventuali e necessarie implementazioni dei servizi di navigazione aerea sull’aeroporto di Comiso e sullo spazio aereo sovrastante, alla presenza degli esponenti del Comune, della Società di gestione e soprattutto dell’Aviazione Militare, dell’Enac e dell’Enav, della Tecno Skype, società che per conto ENAV gestisce la manutenzione degli apparati. A margine del secondo incontro il sindaco Giuseppe Alfano ha dichiarato: «In buona sostanza la presenza degli uomini dell’Enac, dell’Enav e dell’Aviazione militare è servita a verificare se la torre di controllo risponde agli standard necessari e se sono necessarie delle modifiche.

La visita ha dato un esito assolutamente positivo, hanno verificato e visionato tutti gli apparati esistenti, dichiarandone l’assoluta modernità e un buon stato di conservazione. L’unica cosa che dovrà essere modificata riguarda la parte «radio comunicazione», come già preventivato, e che verrà garantita dal finanziamento della legge 102, che ha stanziato quei 3 milioni di euro che saranno utili per l’avviamento dell’Aeroporto di Comiso. L’Enav nello specifico, provvederà tramite tale finanziamento alla modifica di queste apparecchiature di comunicazione, ponti radio e quant’altro, perché possa rispondere agli standard degli strumenti utilizzati. Entro la fine di gennaio verrà realizzato un ulteriore step di questa ispezione».