Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1059
COMISO - 30/12/2010
Attualità - Comiso: gli effetti della sentenza del giudice Michele Palazzolo

Ribaltone Soaco, Lombardi è di nuovo presidente del Cda

La telenovela Magliocco non finisce di stupire. Lombardi dovrà convocare l’assemblea dei soci, dopo il sindaco Alfano nominerà il nuovo presidente. Possibili sconvolgimenti sul numero dei componenti del Cda: 2 soci all’Intersac e uno al Comune di Comiso (la presidenza) con probabile esclusione del rappresentante della Camera di Commercio
Foto CorrierediRagusa.it

Orlando Lombardi (nella foto) è di nuovo presidente della Soaco. L’effetto boomerang della sentenza cautelare del giudice azzera tutto e riporta l’orologio indietro di un anno. Il sindaco di Comiso aveva chiesto tramite le vie legali che nel cda della Soaco venisse aggiunto un altro membro in quota Comune di Comiso. Il giudice Michele Palazzolo ha giudicato corretto il ricorso del sindaco riportando tutto l’assetto del consiglio stesso indietro di un anno.

La notizia non trapela, ma fino a quando non si riunirà l’assemblea dei soci, che dovrà essere convocata proprio da Orlando Lombardi, il presidente pro tempore è di nuovo Orlando Lombardi. Un giorno, un mese, 6 mesi, non si sa, ma è così.

Al sindaco Alfano spetta sempre la prerogativa di nominare il presidente della società di gestione dopo la convocazione della prima assemblea del Consiglio di amministrazione Soac che dovrà esser convocata da Orlando Lombardi. Ma da parte dell’Intersac, socio di maggioranza della Soaco, pare non arrivino notizie confortanti. Sembrerebbe che l’Intersac avrebbe intensione di chiedere la riduzione dei membri del cda, da 5 a 3, riservandosi così due consiglieri e assegnandone solo uno al socio di minoranza, cioè al comune di Comiso, che avrebbe la presidenza.

Secondo questo calcolo salterebbe dal Cda il rappresentante della Camera di Commercio di Ragusa. Va ora verificato quali siano le reali intensioni dell’ Intersac. Se quest’ultima dovesse adire le vie legali i tempi legati alla composizione del nuovo Cda si allungherebbero. Resta ancora in sospeso la consegna del cantiere aeroportuale al comune di Comiso e, contestualmente, alla Soaco.