Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 448
COMISO - 24/12/2010
Attualità - Comiso: sindacalisti e politici impegnati a trovare la migliore suluzione

Comiso, come tutelare il futuro di 180 precari

Il sindaco Alfano, organizzazioni sindacali e segretario del Pd si scambiano accuse sui criteri da adottare

Sindacati e politica a braccetto per tutelare il futuro di 180 precari al comune di Comiso. A fine anno, si surriscaldano i toni tra l’amministrazione Alfano ed i sindacati, Cigl e Cisl, e Pd, in merito alle rimodulazioni dei contratti che devono decorrere dal 2010 anzi che dal 2011, anno da cui non si potrà più procedere ad assunzioni di alcuna natura. Alfano aveva detto che era nelle sue intenzioni effettuare un aumento di orario solo per poche unità lavorative, e non per tutte 180.

Nei giorni scorsi una nota salata delle due organizzazioni sindacali ha accusato il sindaco di essere un amministratore monocratico poiché non ha voluto fare alcuna concertazione sull’aumento di ore lavorative per tutti e non solo per pochi, come invece ha previsto Alfano. A queste accuse, lo stesso sindaco ha risposto spiegando: «Sarebbe illogico e sinonimo di spreco un aumento delle ore lavorative in alcune aree di intervento in cui non vi sia necessità, a scapito di taluni altri servizi in cui le ore lavorate dai dipendenti non sembrano essere sufficienti». I problemi su un aumento di ore a macchia di leopardo, sono anche causati da una indisponibilità economica, così come relazionato circa due settimane addietro, dal dirigente del settore risorse umane.

Nel dibattito si inserisce anche il segretario del Pd Gigi Bellassai: «Ci dica piuttosto il sindaco dove ha trovato ingenti somme da destinare ad iniziative gestite da società esterne, di incarichi di progettazione che potevano essere gestiti dal personale interno all’ente. Ci spieghi il sindaco come ha fatto a liquidare qualcosa come circa 40 mila euro solo per il suo staff. Ci venga anche a rendicontare come sia stato possibile erogare contributi ad associazioni varie, ed a vario titolo, per un totale di un milione di euro in un anno. Infine, tanto per citare le cose più evidenti, ci venga a raccontare dove ha trovato 250 mila euro l’anno per staffisti e portaborse. Ne avrebbe avuto di disponibilità economica Alfano, per dare dignità ai 180 precari che, sebbene stabilizzati, saranno costretti a restare sempre precari visto «l’obolo» di 650 euro mensili per cui pretende anche gratitudine».

Lunedì, giorno in cui si insedierà il Consiglio comunale con relativa surroga dei nuovi consiglieri, è prevista una mozione come primo punto all’ordine, con la quale si parlerà dei problemi legati a questi contratti, al ritardo nella rimodulazione, ai criteri che il sindaco vuole applicare nella selezione delle unità che avranno un monte ore superiore a tutti gli altri.