Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1053
COMISO - 23/12/2010
Attualità - Comiso: ordinanza cautelare del Tribunale dà ragione al sindaco Alfano

Corretto il ricorso Soaco: due comisani in più nel Cda

Riconosciuta all’ente la corretta interpretazione del codice civile nella richiesta di aumento dei componenti Soaco
Foto CorrierediRagusa.it

Giuseppe Alfano (nella foto con l´assessore Schembari), sindaco di Comiso, ha fatto bene a inoltrare ricorso per chiedere l’aumento dei componenti in seno al Consiglio di amministrazione della Soaco. Il giudice del Tribunale di Ragusa, Michele Palazzolo ha emesso, in via cautelare, un’ordinanza con la quale si riconosce all’ente comisano la corretta interpretazione del codice civile nella richiesta di aumento dei componenti Soaco.

Piuttosto soddisfatto dell’ordinanza del giudice Palazzolo, Giuseppe Alfano ha dichiarato: «Un altro tassello importante per la nostra città e per l´Aeroporto della nostra provincia. Una battaglia che, come le altre inerenti alle sorti dell´aeroscalo, ho voluto personalmente intestarmi e portare a soluzione.

«E´ un risultato che smentisce ancora una volta, le voci che vedevano lontano questo risultato e che addirittura farneticavano circa una presunta «causa contro Comiso e contro me stesso». Mi ritengo soddisfatto dell´esito dell´ordinanza, che regala al sottoscritto ed alla città tutta un fine 2010 positivo, ma soprattutto promettente, in vista dell´oramai prossimo decollo dell´aerostruttura».

Il numero dei componenti nel Cda, dunque, aumenterà. «La presenza di ben due figure nella Soaco- ribatte ancora Alfano- ci aiuterà nel lavoro gestionale dell´aerostruttura. Ciò che conta oggi, al di là di qualsiasi illazione, è il raggiungimento di questo importante risultato. Rimango fermamente convinto che non bisogna mai abbassare il livello d´attenzione; ed è ciò che io «personalmente» ed instacabilmente farò».