Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1351
COMISO - 22/10/2010
Attualità - Comiso: nuovo look al camposanto predisposto dall’amministrazione comunale

Comiso, più decoro al cimitero in vista del giorno dei defunti

L’assessore Giuseppe Caruso: «Un restyling completo che nessuno aveva fatto prima d’ora»

Lavori di manutenzioni straordinarie, pulizia dei viali e rifacimento delle colombaie. Questo ed altro, dopo anni, al cimitero di Comiso. Un autentico cantiere aperto che darà un novo look al luogo di culto, proprio prima della festa dei defunti. Un restyling in piena regola che da tempo non veniva effettuato. Lo dice l’assessore ai Servizi cimiteriali Giuseppe Caruso, che ha parlato di diversi interventi di manutenzioni straordinarie di una certa importanza, non solo per dare il giusto decoro al sito che da tempo non veniva attenzionato, ma perché ci si avvia all’approssimarsi della ricorrenza dei defunti.

«Abbiamo provveduto immediatamente alla sistemazione degli addobbi floreali che sono gli elementi più visibili – ha spiegato Caruso- In via di realizzazione invece, altre 700 croci in legno bianco, destinate all’area delle fosse comuni, e relativa sistemazione del manto erboso realizzato in prato inglese. Ma il lavoro più rilevante, riguarda la ristrutturazione delle colombaie che nessuno fino ad oggi, aveva effettuato. Le colombaie, infatti, versavano ormai in uno stato fortemente deteriorato per cui – ha continuato Caruso – si è reso necessario provvedere al rifacimento della copertura e degli intonaci esterni. Infine, stiamo anche provvedendo a inserire dieci fontanelle in pietra di Comiso, in tutte quelle zone finora sguarnite di punti acqua, mentre è già in atto un intervento di pulizia straordinaria lungo tutti i viali. Per l’ottavario dei morti è prevista l’istallazione dei bagni chimici».