Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 991
COMISO - 27/09/2010
Attualità - Comiso: la tragedia sfiorata a Palermo riporta all’attenzione l’aeroporto casmeneo

Magliocco, Digiacomo critica Governo su ritardi apertura

"E’ una vergogna - afferma il deputato regionale - tenere lo scalo chiuso ma pronto da diversi mesi"
Foto CorrierediRagusa.it

«Dovremmo vergognarci di tenere ancora chiuso uno scalo pronto da mesi e mesi». L’onorevole Pippo Digiacomo (nella foto) (Pd) usa un linguaggio incisivo dopo la tragedia sfiortata all’aeroporto di Palermo. Digiacomo stigmatizza gli ulteriori ritardi legati al Magliocco di Comiso, accusando tutti coloro che in queste ultime ore vorrebbero ancora ostacolare in ogni modo, la struttura comisana.

«Al di là dell´occasionalità dell´evento- ribadisce Digiacomo- che speriamo mai più debba ripetersi- commenta Digiacomo - non possiamo non considerare come basti un qualsiasi accadimento speciale per inceppare il fragilissimo sistema infrastrutturale e dei sistemi aeroportuali della nostra isola (incidenti o cenere sull´Etna che dir si voglia). E´ così che la Sicilia, senza valide alternative di mobilità, ad ogni piè sospinto rischia di rimanere – con gli oltre cinque milioni di abitanti – regolarmente tagliata fuori dall´Italia e dal resto del mondo. Bisogna aprire con procedura d´urgenza l´aeroporto di Comiso perché ciò è un atto di sicurezza e di civiltà prima ancora che commerciale».

Il deputato regionale s’interroga sui motivi che ostacolano ancora l’apertura del Magliocco. «Vorremmo sapere – conclude - con quale faccia il governo nazionale sostiene che debbono passare ancora mesi e mesi per emettere un decreto. Con quale faccia proponiamo che lo scalo sia operativo per dodici ore soltanto, anziché per 18 come si converrebbe per un aeroporto strategico come quello di Comiso. Con quale faccia ci dovremmo addirittura pagare le spese di funzionamento. Dovremmo solo vergognarci di tenere ancora chiuso uno scalo pronto da mesi e mesi».