Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:39 - Lettori online 744
CHIARAMONTE GULFI - 22/04/2010
Attualità - Chiaramonte Gulfi: per troppi anni dimenticato, anzi ai più sconosciuto

La fine arte di Simone Ventura in un libro

Il pittore chiaramontano nato nel 1700 e morto all’età di 62 anni Foto Corrierediragusa.it

Per troppi anni dimenticato, anzi ai più sconosciuto. Stiamo parlando di Simone Ventura, il pittore chiaramontano nato nel 1700 e morto all’età di 62 anni. Un artista che ha saputo ben conciliare il classicismo con il manierismo e che ha riempito di grandi affreschi diverse chiede della Sicilia sud orientale. Di fronte ai suoi dipinti, tre dei quali si trovano nella Chiesa Madre di Chiaramonte Gulfi, si resta impressionati per la capacità del Ventura di dare tono alla scena, di rendere i personaggi vivi e presenti, in un gioco di luci ed ombre di non comune bravura.

Simone Ventura oggi è conosciuto solo da qualche sopraffino critico d’arte, per il resto le sue opere si perdono nell’oblio. A far riemergere dal silenzio del tempo questo pittore ci ha pensato, lo storico Giuseppe Cultrera, che ha dato alla stampa un saggio dal titolo, «Simone Ventura pittore ibleo del settecento». Il saggio parla di questo pittore e propone un catalogo delle opere esistente, di quelle scomparse e di quelle che possono essere attribuite a questo artista.

La manifestazione è all’interno della XII settimana della cultura, ed è a cura della Sezione beni bibliografici e archivistici della Soprintendenza ai beni culturali di Ragusa, del Comune di Chiaramonte Gulfi, Ass.to alla cultura e Biblioteca «S. Nicastro». Interverranno per il saluto: il Sindaco di Chiaramonte avv. Giuseppe Nicastro, l’assessore alla cultura Dott. Vito Marletta, il direttore della sezione beni bibliografici e archivistici, dott.ssa Melina Prestipino; il responsabile Beni Culturali della curia di Ragusa P. Giuseppe Antoci. Mentre le relazioni saranno curate dagli storici dell’arte, Paolo Nifosì e Francesca Grìngeri Pantano. A compendio di questa manifestazione è prevista una mostra su tre dipinti del Ventura ospitati nella Chiesa Madre di Chiaramonte (22-26 aprile 2010, Biblioteca Comunale S. Nicastro) e delle visite guidate nella Chiesa Madre dove sono esposti i tre dipinti (22-26 aprile 2010, Chiesa Madre di Chiaramonte Gulfi).