Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1186
CHIARAMONTE GULFI - 31/03/2010
Attualità - Ragusa: un evento per tutta la cittadina iblea

Chiaramonte: festa per la sede ristrutturata

Il Sindaco Giuseppe Nicastro, con accanto il Presidente del Consiglio comunale, Mario Bentivegna, ha poi tagliato il nastro ed introdotto gli ospiti nella splendida Sala del Consiglio Comunale Foto Corrierediragusa.it

La festa per la sede ristrutturata del comune è stata un evento per tutta la cittadina iblea. Dalle Confraternite con i loro gonfaloni, alle Società di Mutuo Soccorso per non parlare della gente comune hanno partecipato alla cerimonia d’inaugurazione e benedizione del ristrutturato palazzo comunale.

Anche i dipendenti comunali sono accori sin massa all’evento e con loro diversi sindaci (Pino Lia di Giarratana, Peppe Alfano di Comiso, Lucio Schembari di Santa Croce Camerina, Giovanni Caruso d’Acate e l’assessore Rocco Bitetti per il Comune di Ragusa) oltre al Presidente della Provincia regionale di Ragusa, Franco Antoci. Anche i parlamentari regionali Pippo Digiacomo, Giuseppe Ammatuna e Orazio Ragusa sono stati a Chiaramonte Gulfi, così come i vertici provinciali delle forse dell’ordine per questo giorno particolare. A benedire il Municipio ci ha pensato l’arciprete, Giovanni Nobile, su delega del Vescovo della Diocesi di Ragusa, Mons. Paolo Urso.

Il Sindaco Giuseppe Nicastro, con accanto il Presidente del Consiglio comunale, Mario Bentivegna (da sx nella foto), ha poi tagliato il nastro ed introdotto gli ospiti nella splendida Sala del Consiglio Comunale. Ancor prima del discorso del Sindaco, Giuseppe Nicastro, sono intervenuti, il suo vice, Giovanni Nicosia, il Presidente del Civico consesso e il Presidente Franco Antoci. Il primo cittadino si è soffermato sul lavoro svolto dal personale comunale che per alcuni mesi si è prodigato a recuperare, con un sapiente lavoro di restauro, i vati ambienti e a dotare gli uffici comunali d’impianti tecnologici all’avanguardia.

«Grazie alla loro opera - ha rilevato Nicastro - è stato ridato alla città un palazzo d’indubbio valore storico ed architettonico, oggi più accessibile anche per i diversamente abili, grazie ad un piccolo ascensore posto sulla balaustra della sede comunale». Tutti hanno poi potuto visitare i vari uffici oltre, ovviamente, a quelli di rappresentanza.