Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 707
CHIARAMONTE GULFI - 14/01/2010
Attualità - Chiaramonte: il consiglio comunale ha approvato lo statuto

Unione dei comuni Ibleide, Chiaramonte ha detto "sì"

Via libera anche allo schema di atto costitutivo

L’Unione dei Comuni Ibleide è cosa fatta. Dopo l’ultimo dei due voti, previsti dalla legge, anche il Comune di Chiaramonte Gulfi ha detto sì. Proprio l’altra sera il Consiglio comunale, in seconda lettura, ha approvato lo Statuto dell’Unione e lo schema di atto costitutivo.

Quest’ultima seduta del civico consesso, voluta dal Presidente Mario Bentivegna, è durata pochi minuti, giusto il tempo di registrare le varie posizioni in campo che erano identiche a quelle espresse nella seduta precedente. Ancora più netta la posizione del gruppo «Chiaramonte che Rinasce» che, per bocca del suo capogruppo, Vito Sanzone, ha contestato la convocazione del Consiglio con il carattere della necessità ed urgenza. Una presa di posizione frontale che non ha fatto desistere gli altri consiglieri convinti, alla luce dei vari interventi, che l’Unione rappresenta un’occasione di sviluppo per il comprensorio montano. Compatto lo schieramento di maggioranza che sostiene il Sindaco, Giuseppe Nicastro e altrettanto decisi i due consiglieri indipendenti.

Nove, quindi, i voti a favore della costituzione dell’Unione Ibleide (Giovanni Cappello, Mario Bentivegna, Alessandro Giaquinta, Vito Alescio, Sebastiano Gueli, Gianni Rizza, Paolo Battaglia, Concetta Ansaldi e Salvatore Vargetto), tre contro (Vito Sanzone, Carmelo Ragusa e Paolo Divita); mentre Mario Giudice, unico consigliere presente de l’Mpa si è astenuto. Ora, considerato che i Comuni di Giarratana e Monterosso Almo avevano già votato a favore, tutto è incanalato per dare corpo a questo progetto di sviluppo. Per l’Assessore allo sviluppo economico Salvatore Nicosia, si è intrapresa una strada che non potrà che portare alla crescita di queste tre comunità. «Credo, ha commentato l’Assessore, sia stato fatto un buon lavoro. Non sempre la politica riesce a volare alto assolvendo in pieno al compito di guardare al futuro delle collettività amministrate.

Questo è stato sicuramente un momento di crescita per le rispettive collettività e chi ha espresso il consenso deve sentirsi impegnato affinché l´Unione nasca sotto i migliori auspici e sia di grande utilità ai territori che di essa fanno parte. E´ stato un percorso condiviso e promosso da una generazione nuova di amministratori, ha poi concluso Salvatore Nicosia, che ha creduto come l´Unione Ibleide possa diventare la sintesi delle peculiarità che ogni singolo Comune esprime dal punto di vista socio-economico e la proposta per lo sviluppo dei tre territori».