Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 508
CHIARAMONTE GULFI - 19/09/2015
Attualità - Celebrato il trentesimo anniversario

Clermont e Chiaramonte: un gemellaggio di ferro

Un patto che si rinnova Foto Corrierediragusa.it

Nella storia dei gemellaggi quello tra Chiaramonte Gulfi e Clermont de l’Oise è probabilmente uno dei più longevi e vivaci. Proprio quest’anno cade il trentesimo anniversario di questo patto di amicizia e fratellanza tra la cittadina iblea e quella francese. Una ricorrenza, per usare le parole del Sindaco, Vito Fornaro, che è sì un momento da ricordare ma nel contempo utile per programmare il futuro. Fu proprio nella primavera del 1985 che i Sindaci, Cirino Paradiso e André Vantomme siglarono, nell’aula consiliare del Comune montano, questo patto d’amicizia. Cerimonia che si ripeté in Francia l’anno successivo. Da allora qualche migliaio di persone di tutte le età ha varcato i confini dei due Stati per consolidare il patto siglato dai primi cittadini. Nonostante i tre decenni decorsi, questo gemellaggio è ancora vivo e sentito dalle due comunità. Proprio in questi giorni una folta delegazione di Clermont de l’Oise è in visita a Chiaramonte Gulfi, ospite di diverse famiglie del luogo. Il momento più significativo di questo soggiorno è stato consumato nel Palazzo di Città, con la sottoscrizione del patto di gemellaggio.

«Nella certezza, si legge testualmente nella pergamena, che i sentimenti che si sono radicati in un costante rapporto fra le popolazioni dei nostri comuni continueranno a svilupparsi nel tempo contribuendo all’affermazione di quei principi di solidarietà e fratellanza nei quali costantemente abbiamo creduto e crediamo». Sulla pergamena è stata posta la firma del Sindaco, Vito Fornaro, del Vice Sindaco di Clermont, madame Martine De Chaumont, oltre ai due presidenti dei Comitati di Gemellaggio, Giovanni Berretta e madame Françoise Delaye. Durante questo momento celebrativo, al quale tra gli altri ha partecipato anche il senatore André Vantomme, sindaco per tanti anni della cittadina di Clermont de l’Oise e vero protagonista di questa lunga storia, sono stati ricordati diversi momenti di questi trent’anni, gettando le basi per future iniziative che vedranno in prima fila i chiaramontani che la prossima primavera raggiungeranno la città gemella che dista appena 60 km da Parigi.

Consumato questo importante momento ufficiale, gli ospiti francesi nei prossimi giorni avranno modo di conoscere diversi angoli della Sicilia. Prima tappa a Marina di Ragusa, per una giornata all´insegna del sole e del mare. Non mancheranno le visite a Siracusa, Noto e Ragusa Ibla. Diversi i momenti d’incontro tra gli ospiti e i chiara montani, non ultima la serata da trascorrere a Roccazzo, in occasione della Sagra dell’Uva. Poi, il prossimo mercoledì, a una settimana esatta dal loro arrivo, la partenza per la Francia.