Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1250
CHIARAMONTE GULFI - 18/07/2014
Attualità - Allarme rientrato in poche ore

Non chiude più il presidio territoriale di emergenza

Confronto proficuo tra il sindaco Fornaro e il direttore generale Asp Aricò Foto Corrierediragusa.it

«Nessuna emergenza. L’allarme è subito rientrato». E’ quanto dichiara il sindaco di Chiaramonte Gulfi, Vito Fornaro, dopo avere appreso le notizie circa la ventilata chiusura del Presidio territoriale di emergenza situato al villaggio Gulfi. «Già nella giornata di ieri – afferma il primo cittadino – mi sono confrontato, assieme all’assessore comunale ai Servizi sociali, Salvatore Vargetto, con il neodirettore generale dell’Asp 7 di Ragusa, Maurizio Aricò, assieme ai direttori sanitario e amministrativo, Vito Amato e Franco Maniscalco, per capire la vicenda. Alcuni problemi erano emersi nel momento in cui il personale del Pte di Chiaramonte si sarebbe dovuto spostare al Pte di Scoglitti dove, a quanto pare, si è registrata una temporanea carenza di operatori. Per fortuna, però, grazie alla disponibilità del manager Aricò e a quella degli infermieri in servizio al presidio del villaggio Gulfi, si è riuscita a trovare la soluzione ottimale per evitare qualsiasi intoppo nel funzionamento del nostro presidio.

Per cui possiamo considerare scampato ogni tipo di pericolo relativamente alla limitazione di operatività del Pte. Questo, comunque, non ci esime dal proseguire un’attenta azione di verifica al fine di comprendere la piena funzionalità dei sistemi sanitari presenti sul nostro territorio che, fino ad ora, hanno sempre operato - conclude il sindaco - con estrema professionalità».