Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 724
CHIARAMONTE GULFI - 28/05/2014
Attualità - Nessuna notizia dall’Enel

Senza elettricità da settimane, residenti in protesta

Ora è ancora il Sindaco a riscrivere al Prefetto Vardè ricordando che a distanza di tanti giorni il problema resta irrisolto
Foto CorrierediRagusa.it

Esasperati per dover affrontare giorni e giorni di disagio per la mancanza di energia elettrica e amareggiati, per non avere un’interlocuzione risolutiva al loro grave problema. Un gruppo di cittadini di contrada Mortilla, che dal 6 maggio scorso non hanno l’energia elettrica per il furto di circa 80 metri di cavi, ha deciso di occupare per qualche ora l’ufficio comunale «Qui Enel» (foto), per sensibilizzare le autorità e trovare, finalmente, una risposta chiara. Costatare che tre famiglie sono al buio da quasi 20 giorni e ben venti aziende sono ferme da un’idea di come vanno le cose da noi. Questo gruppo di cittadini non ha esitato a denunciare che da parte dell’Enel in tutto questo lasso di tempo non hanno avuto nessuna risposta. Malgrado avessero sensibilizzato, tramite il Sindaco del Comune, Vito Fornaro, anche il Prefetto, a oggi nessuna risposta e quindi nessun di loro sa se mai e quando sarà ristabilita la linea elettrica. Una situazione grave che ha messo sul piede di guerra questi cittadini. Subito dopo il furto di cavi elettrici, i cui autori sono ancora ignoti, il Sindaco Fornaro ha inviato una nota in Prefettura. A questa ne è seguita da parte del Prefetto alla Direzione regionale dell’Enel.

Ma nessuno si è mosso. Ora è ancora il Sindaco a riscrivere al Prefetto Vardè ricordando che a distanza di tanti giorni i residenti della Contrada Mortilla sono ancora senza energia elettrica. Fornaro ha chiesto al Sig. Prefetto di convocare nel più breve tempo possibile un incontro alla presenza anche dei funzionari dell’Enel e di alcuni residenti. Il Sindaco ha poi consegnato copia della missiva ai cittadini che occupavano pacificamente l’ufficio «Qui Enel». Subito dopo, questi hanno lasciato il Municipio, pronti ad azioni di protesta ancora più forti se tutti dovesse rimanere come ora.


menefreghismo totale
28/05/2014 | 23.33.37
biagio

l´enel non il servizio a dovere e se ne frega altamente degli altri, pure noi quasi in zona abbiamo avuto il problema furto e hanno ripristinato tutto dopo 70 giorni, l´enel ha molte perdite e non contano quelli degli altri, le aziende agricole possono stare all´asciutto