Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1319
CHIARAMONTE GULFI - 19/11/2011
Attualità - Per la realizzazione di un intervento atteso da un ventennio

Accordo tra Chiaramonte Gulfi e Ispettorato forestale

Il tratto di suolo pubblico che ricade sulla provinciale per Ragusa, a ridosso del Cimitero, sta per esser liberato dalle sterpaglie e dagli inestricabili cespugli di rovi
Foto CorrierediRagusa.it

Quando le condizioni economiche degli enti non permettono di attuare interventi di sorta è il momento di trovare altre strade e soluzioni. Così l’avranno pensata gli amministratori del Comune montano che hanno «corteggiato» l’Ispettorato Forestale per un intervento atteso da oltre vent’anni. Alla fine ci sono riusciti e per primi in Provincia. Grazie a una convenzione sottoscritta dall’ Ispettorato Forestale di Ragusa e dal Comune di Chiaramonte Gulfi, quel tratto di suolo pubblico che ricade sulla provinciale per Ragusa, a ridosso del Cimitero, sta per esser liberato dalle sterpaglie e dagli inestricabili cespugli di rovi.

Un lavoro impegnativo e faticoso che vede impegnati ben 30 operai dell’antincendio che, una volta completato il delicato servizio (15 ottobre), si dedicano ora, e fino alla fine del turno di lavoro, alla pulizia di quel terreno. La convenzione alla quale hanno lavorato il Comandante del Distaccamento della Forestale, Alessandro Panza, oltre al Dirigente dell’Ispettorato, Vincenzo Chessari e per il Comune il Vice Sindaco, Giovanni Nicosia, prevede il risanamento di quell’area, mentre l’ente locale si occuperà dello smaltimento degli arbusti. Nel corso del sopralluogo congiunto si è potuto constatare a che punto sono i lavori e con quanto impegno i lavoratori forestali stanno bonificando quell’area.

Il Vice Dirigente dell’Ispettorato, Vincenzo Chessari, si è soffermato sulla valenza del progetto che rientra in un piano di largo respiro in base al quale la Forestale intende attuare un rapporto di collaborazione con gli enti locali per la salvaguardia e la valorizzazione di aree di prestigio, in esse comprese quelle archeologiche che spesso sono poco fruibili, per la presenza di sterpaglie ed erbacce.

Lo stesso dirigente ha avuto parole di apprezzamento per gli operai che stanno portando a termine questo primo lavoro. Il Vice Sindaco di Chiaramonte Gulfi, Giovanni Nicosia, ha invece posto l’accento sulla necessità di poter realizzare altri interventi sul territorio, visto che con le sole forze comunali non sarebbe possibile realizzare interventi di questa portata che, oltre a preservare il territorio, servono anche a rivalutarlo da un punto di vista urbanistico e paesaggistico. Il Vice Sindaco ha poi espresso un sentito ringraziamento al dott. Chessari, al Comandante Panza e a tutti i forestali che si «stanno misurando in una autentica gara di impegno e di entusiasmo per regalare alla nostra città un aspetto più bello».