Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 242
CHIARAMONTE GULFI - 13/07/2011
Attualità - Più di tutti sono sul chi va la i produttori agricoli

Furti di cavi elettrici, dilagante timore di restare al buio

L’allarme sociale è elevato e lo dimostra la riunione spontanea organizzata da un gran numero d’agricoltori delle contrade Biviere e Zammarra

La preoccupazione e l’apprensione regnano sovrani tra gli abitanti delle zone rurali. Più di tutti sono sul chi va la i produttori agricoli, ancora non colpiti dalle mire d’ignoti malfattori, che temono di restare senza elettricità nel bel mezzo della stagione. Sono talmente inquieti da riunirsi per mettere su una strategia d’azione per scongiurare il peggio.

Dopo gli ultimi furti di cavi elettrici, l’allarme sociale è elevato e lo dimostra la riunione spontanea organizzata da un gran numero d’agricoltori delle contrade Biviere e Zammarra. All’affollata riunione è stato invitato il Sindaco, Giuseppe Nicastro, che ha esposto loro quanto si è discusso in Prefettura, in occasione della riunione di fine giugno, del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Visto che finora non si è riusciti a metter la parola fine a questo reato - che sta mettendo in ginocchio diverse aziende agricole e centinaia di famiglie, stabilmente residenti in quelle contrade - gli agricoltori intendono mobilitare le associazioni di categoria per richiedere interventi urgenti ed efficaci per far fronte a quella che è una vera e propria emergenza che sta mettendo in ginocchio il settore agricolo, già alle prese con notevoli problemi d’altra natura. In questa loro «battaglia» a difese delle corrente elettrica hanno avuto assicurato il pieno ed incondizionato sostegno da parte dell’Amministrazione comunale.

Intanto sul fronte furti si registra l’azione audace di questi delinquenti che hanno messo al buio C.da Cifali. Dopo contrada Dicchiara, è toccato agli abitanti e alle aziende di quella contrada far i conti con quest’intollerabile situazione. Ora i malviventi, ancora ignoti, hanno rubato i cavi elettrici di un tratto di C.da Gerardo e alcune centinaia di metri di cavi telefonici di C.da Zammara. Siamo di fronte ad una malavita che non teme nulla, che agisce in modo spavaldo e che non incontra finora ostacoli. Si assiste impotenti a questo saccheggio e non si esclude che, così continuando, anche importanti frazioni, qualche mattina saranno senza energia elettrica. La situazione sempre più fuori controllo e a nulla sono valsi, finora, i controlli delle forze dell’ordine, per assicurare alla giustizia questi malviventi.