Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1112
CHIARAMONTE GULFI - 23/06/2011
Attualità - Il sindaco di Chiaramonte Gulfi intende adottare misure drastiche

Furti cavi elettrici a ripetizione, Nicastro vuole l´esercito

In questi ultimi due mesi sono stati registrati tre furti di fili di rame
Foto CorrierediRagusa.it

Per fermare il dilagante fenomeno dei furti di cavi elettrici c’è solo un modo: far intervenire l’esercito, visto che i controlli ordinari non hanno sortito l’effetto sperato, anzi si accentuano episodi di criminalità che stanno creando forte allarme e gravi problemi a famiglie e aziende.

Questa la richiesta del Sindaco Giuseppe Nicastro (foto), che in questo periodo riceve continue segnalazioni d’intere contrade del vasto territorio chiaramontano al buio. In questi ultimi due mesi sono stati registrati tre furti di fili di rame. Il primo in C.da Biviere, dove diverse famiglie sono rimastre al buio per oltre un mese. Una settimana fa in C.da Poggio Gallo ancora senza energia elettrica dalla rete, ma solo quella che possono produrre alcuni gruppi elettrogeni, fatti installare dall’Amministrazione comunale, per far fronte ai bisogni più impellenti di diverse famiglie. Ora, propri l’altra notte, in C.da Mazzarronello, dove diverse aziende agricole specializzate nella coltivazione d’Uva Italia sono ferme.

Proprio in quella striscia di territorio insistono grosse aziende che rischiano l’intera produzione, con una conseguente drastica perdita di capacità occupazionale. Una vera emergenza che non può certo essere sfrontata con i tradizionali tempi burocratici che di solito si prende l’Enel. Questa drammatica situazione è stata al centro di un incontro che diversi produttori hanno avuto con il primo cittadino.

Alla fine il Sindaco Nicastro, ha comunicato che avrebbe richiesto al Prefetto un incontro urgente con la partecipazione dei dirigenti della Coldiretti di Chiaramonte Gulfi e d’alcuni produttori agricoli di C.da Mazzarronello esposti a gravi problemi per la mancanza d’energia elettrica. Intenzione di Giuseppe Nicastro è quella di esporre al rappresentante del Governo, il grave problema, richiedergli un suo intervento per il ripristino, in tempi strettissimi, della linea elettrica.

Quello che Nicastro intende evitare è la lunga attesa per l’intervento dell’Enel, come negli altri due casi evidenziati, anche perché le aziende di C.da Mazzarronello non possono far fronte alle tradizionali coltivazioni, soprattutto in questa stagione, senza energia elettrica. Ma il Sindaco ha ben chiaro che questo dilagante fenomeno delinquenziale deve una volta per sempre essere affrontato in modo risolutivo. Ecco perché, intende chiedere al Prefetto che sia l’esercito a presidiare il territorio chiaramontano nelle ore notturne, considerato che i tradizionali controlli di polizia non sortiscono l’effetto sperato.