Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 959
CHIARAMONTE GULFI - 10/03/2011
Attualità - Chiaramonte: grande successo nel centro montano per il Carnevale degli Iblei con oltre 10 mila presenze

Il carro "Uniti dal Tricolore" vince a Chiaramonte

Ex aequo con 173 voti "West e Vinci" ma la parodia berlusconiana prevale
Foto CorrierediRagusa.it

C’è voluto lo spareggio per attribuire il primo premio, nella sezione carri allegorici. Dopo la conta dei voti, attribuiti dalla giuria, composta da cinque membri, scelti di comune accordo tra i partecipanti alle sfilate del Carnevale e l’Amministrazione comunale, due carri avevano totalizzato 173 punti a testa.

A quel punto, il Presidente della Giuria (l’Assessore comunale al Turismo, Antonella Occhipinti che non ha diritto di voto) ha riconvocato i giurati per scegliere il vincitore, dato che il regolamento del concorso esclude l’ex aequo.

A quel punto tre giurati su cinque hanno deciso d’assegnare il primo premio al carro allegorico «Uniti dal Tricolore» (una parodia di personaggi, Berlusconi in testa e di luoghi italiani) (nella foto) e i restanti due a «West e Vinci» (quell’epopea in chiave ironica con una puntatina al male dei mali italiani: il gratta e vinci). Terzo posto per «Made in Sicily» con 156 voti.

Nella sezione gruppi mascherati il primo premio è andato a «Il Piccolo Principe» con 121 voti e secondo in classifica «Futurama e Riciclaggio» (108). Si è chiuso così, tra consensi unanimi, questo bel Carnevale, dove i protagonisti assoluti sono i tanti ragazzi e non che hanno animato le sfilate. L’ottimo livello raggiunto da coloro i quali lavorano, per alcuni mesi, a preparare i carri allegorici - aperti da sempre da decine di ragazzi in costume - e i gruppi mascherati sono sicuramente alla base di questo successo.


Cui si aggiunta la perfetta tenuta della macchina organizzativa, in tutti i suoi settori e la gran civiltà di chi partecipa da spettatore alla manifestazione, disdegnando la volgarità e la violenza. Ben riuscita anche la Sagra della Salsiccia, giunta alla sua 29^ edizione. A preparare succulenti panini farciti ci hanno pensato i soci dell’Associazione Villaggio Gulfi che hanno distribuito oltre duemila panini, ottimamente preparati e tanto buon vino. La giornata di domenica ha visto anche sul palco, a fine sfilata e prima del gran ballo in maschera, il gruppo musicale «Baciamo le Mani».

Nei tre giorni di carnevale si calcola che circa 14 mila persone (ottomila solo nella giornata di domenica) hanno partecipalo a questo gioioso evento. Numeri di tutto rispetto che la dicono lunga sul valore del carnevale chiaramontano, in scena da oltre un trent’anni. Soddisfatta per questa balla manifestazione l’Assessore al turismo, Antonella Occhipinti che, dopo aver ringraziato tutti e sottolineato il livello raggiunto in termini scenici e coreografici, si spinge oltre. «Oggi più che mai, guardando al futuro- queste le sue parole - tutti gli attori di questa manifestazione potrebbero mettersi insieme per dare vita ad un Carnevale a livello provinciale, con la presenza di carri e gruppi mascherati d’altri Comuni. Vedremo, in seguito, con l’apporto anche dei ragazzi, di perfezionare quest’idea».

E sarebbe ora di concentrare gli sforzi e mettere su, superando l’atavico campanilismo che affligge le vari realtà locali, un carnevale che potrebbe ben competere con quelli di primi livello (Acireale in testa). Il titolo è semplice: Il Carnevale della Provincia di Ragusa.