Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1081
CHIARAMONTE GULFI - 20/02/2011
Attualità - Chiaramonte Gulfi: Giuseppe Nicastro si dice preoccupato

Allarme ordine pubblico a Chiaramonte. Sos del sindaco

E’ sufficiente abbassare la guardia ed ecco che i malfattori riprendono il sopravvento e nella tranquilla cittadina

Nell’eterna lotta tra guardie e ladri, basta poco per ridare fiato a questi ultimi. E’ sufficiente abbassare la guardia ed ecco che i malfattori riprendono il sopravvento e nella tranquilla cittadina, o meglio nelle contrade del chiaramontano ecco ritornare la paura. In questo periodo si susseguono i furti nelle abitazioni rurali. Ma quello che più preoccupa sono le rapite che hanno visto coinvolti inermi contadini che si sono trovati di fronte, fin dentro le mura domestiche, ignoti malfattori.

E’ capitato anche che un esercizio commerciale è stato preso di mira ben due volte nell’arco di quindici giorni. E poi i danneggiamenti in alcune aziende artigianali di C.da Coffa. Non ha dubbi il Sindaco, Giuseppe Nicastro, nel denunciare quest’allarmante situazione che, a suo dire, poteva essere evitata se solo fossero state ascoltate le sue parole, più volte pronunciate in occasione dei periodici incontri del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza. Va giù duro il Sindaco affermando che «tutto ciò è in stretta relazione con la mancanza di un capillare controllo del territorio. Spiace constatare, ma è così, che la scarsità di costanti controlli sul territorio rurale chiaramontano è la causa di quanto si registra.

Siamo certi, alla luce di precedenti esperienze, che una maggiore attenzione da parte delle forze dell’ordine avrebbe e può certamente scoraggiare i malfattori». Nella sua valutazione sull’attuale sconfortante situazione, il primo cittadino evidenzia che «si avverte tra la gente e soprattutto tra le vittime di questi atti inqualificabili, un profondo senso di smarrimento e l’amara constatazione di essere lasciati in balia di questi malfattori. In questo contesto così difficile non è da escludere che la situazione possa degenerare e la cronaca far registrare, ci auguriamo proprio di no, qualcosa di drammaticamente tragico». Nella lettera invita al Prefetto, al Questore, al Comando provinciale e di Compagnia dei Carabinieri, oltre al responsabile della locale stazione dell’Arma, il Sindaco Nicastro, torna ancora una volta a chiedere di intervenire in modo adeguato per far sì che la pacifica popolazione che abita le contrade chiaramontane possa vivere serenamente e non sprofondare nella paura.