Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 987
CHIARAMONTE GULFI - 18/12/2010
Attualità - Chiaramonte: il progetto ambizioso dell’Editrice La Rinascita

«Senza tempo, pagine di memoria degli Iblei»

Il titolo della rivista la dice tutta su cosa vuol narrare o meglio raccontare

Tirare fuori dai cassetti e dalla memoria pezzi del passato e proporli all’attenzione dei lettori non è cosa da poco, soprattutto in questi tempi. Per alcuni versi è un’impresa alquanto azzardata. Lo è se si considera che nell’epoca dell’informazione globale che passa velocemente da Internet si rischia di non trovare nessuno disposto a percorrere altre vie per conoscere.

Verrebbe da chiedersi: ma chi potrebbe essere interessato oggi a scoprire cosa è successo in questa terra iblea nel corso dei secoli? Ed invece, contro ogni previsione, il progetto ambizioso dell’Editrice La Rinascita, tutta gestita dalla famiglia Bertucci, continua a mietere consensi e successi. «Senza tempo pagine di memoria degli Iblei» e il titolo la dice tutta su cosa vuol narrare o meglio raccontare, è una rivista di tutto rispetto, sia per quello che racconta, sia per la tante firme prestigiose che hanno deciso di riempire con i loro scritti quelle pagine patinate.

Grazie a questo importante ed unico progetto editoriale, almeno dalla nostre parti, un mondo oramai desunto e coperto da tanta polvere continua a riemergere e a stupire. Vengono fuori dal buio personaggi, fatti ed avvenimenti che appartengono alla nostra comunità iblea, per nulla asfittica o marginale. Un pezzo di questo mondo rivivrà proprio questo sabato sera, alle ore 18, alla Camera di Commercio di Ragusa, in occasione della presentazione del terzo numero di questa rivista.

Toccherà a Carmelo Arezzo, Giorgio Flaccavento, Federico Guastella e Salvatore Stella parlare di questo progetto editoriale con precisi riferimenti a quanto contenuto in questo terzo numero di «Senzatempo». Domenica, invece, la rivista sarà presentata anche a Chiaramonte Gulfi, alla Sala Sciascia, con inizio alle ore 19. Interverranno il biologo Giovanni Amato, l’antropologo Alessandro D’amato, l’ingegnere Gianni Morando, il giornalista Giovanni Parisi e la scenografa Elena Restuccia.

In programma anche momenti di spettacolo con poesie, memorie fotografiche. Cureranno l’intrattenimento musicale, il tenore Dario Adamo, il pianista Andrea Sudano, il musicista Saro Tribastone e la voce narrante di Ilenia Di Mauro. Giacché si è in tema di passato un altro significativo momento sarà offerto dal defilé di abiti di prestigio che sfileranno, alle ore 21 di domenica nello splendido salone di Palazzo Montesano.

In passerella diverse collezioni, che partono dagli anni ’50 e fino ai nostri giorni. In scena le creazioni delle sartorie d’un tempo: la mitica «Sartoria Licitra» e quella della signora Salvatrice Curatolo, per passare a quella di Maria Giovanna Guccione. In quei laboratori sono passate centinaia di donne di tutta la Provincia alla ricerca di un abito esclusivo e prestigioso. Non mancheranno anche i nuovi stilisti quale Enzo Forforelli, Maria Concetta Scifo, Vita Gurrieri.

Il tutto impreziosito dagli accessori maglieria di Emanuela Portabene, dagli accessori uncinetto di Giovanna Mossuto. I capi saranno indossati da modelli professionisti e non, molti dei quali ragazzi chiaramontani, che metteranno in bella mostra anche le creazioni orafe di Marco Gurrieri; mentre l’hair styling sarà curato da Lucia La Cognata.

«Storie di moda… senza tempo» realizzato dall’Associazione Namasté con la collaborazione dell’editrice La Rinascita, si avvale anche del patrocinio del Comune di Chiaramonte Gulfi, e di un collaudato staff che si occupa della direzione artistica ( Daniela Vona, organizzatrice, coordinatrice, make-up artisti, Enzo Forforelli, coreografo, stilista, direttore della fotografia, Elena Restuccia, scenografa, grafica, stilista, Joseph Sinatra, direttore del suono, dj producer ed Alessandro Blanco, assistente e collaboratore).