Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 577
CHIARAMONTE GULFI - 02/10/2010
Attualità - Chiaramonte Gulfi: il frazionamento degli orari di apertura delle scuole

Soluzioni per gli studenti pendolari, si parte prima

I nuovi orari, in vigore dal primo di ottobre, prevede che gli studenti che vivono nelle varie frazioni dovranno trovarsi alle tradizionali fermate dei bus con un quarto d’ora d’anticipo

E’ stato un periodo veramente difficile per gli studenti che raggiungono tutte le mattine Ragusa. A differenza del passato, dopo la riforma Gelmini, in virtù dell’autonomia conferita ai vari dirigenti scolastici, l’inizio delle lezioni non avviene per tutti allo stesso orario. I nuovi e differenziati orari scolastici, con l’inizio delle lezioni varabili tra le ore 8 e le ore 8.30, hanno creato un vero e proprio disagio agli studenti che, il più delle volte sono arrivati in classe oltre l’orario previsto. Ciò è dipeso dagli orari delle corriere, calibrati per l’arrivo nella città capoluogo, verso le 8.20. La questione è stata al centro del confronto tra l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Vito Marletta, e il coordinatore d’esercizio dell’Ast, Giorgio Firrincieli. Argomento: trovare le appropriate soluzioni per garantire a tutti gli studenti l’arrivo a scuola prima del suono della campanella.

Poiché non è possibile frazionare oltre misura l’orario di partenza degli autobus, alla fine del proficuo confronto, si è deciso che la partenza dalla sedi di residenza verso la città capoluogo sarà anticipata di un quarto d’ora. I nuovi orari, in vigore dal primo di ottobre, prevede che gli studenti che vivono nelle varie frazioni dovranno trovarsi alle tradizionali fermate dei bus con un quarto d’ora d’anticipo, rispetto all’attuale orario. Partenza, invece, alle ore 7.05 per i ragazzi del Villaggio Gulfi e cinque minuti dopo per quelli che risiedono in città. Due gli orari di rientro: ore 13.30 e ore 14.30. L’altro tema sul tappeto è stato quello dell’efficienza dei mezzi. Su questo punto l’AST ha raccolto le sollecitazioni dell’Assessore Marletta e si è impegnata, prioritariamente, a mantenere quanto più efficienti possibili gli autobus e, in ragione del parco macchine in esercizio, a migliorarne il grado di confort. Alla fine dell’incontro l’Assessore Marletta ha espresso soddisfazione per la disponibilità dell’Ast.

«La partenza anticipata di un quanto d’ora è l’unica soluzione possibile per evitare quanto finora accaduto. Ciò non dimeno, ha commentato Vito Marletta, tutto il servizio scolastico e il sottoscritto sono a disposizione degli studenti per confrontarsi su questa delicata questione e sulle varie problematiche del mondo della scuola».