Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1078
CATANIA - 29/08/2016
Attualità - Si tiene alla Villa Bellini fino all’11 settembre, chiuderà il segretario Pd Matteo Renzi

Festa Unità aperta a Catania, arriverà anche a Pozzallo?

Non ancor noto il programma definitivo, possibile un incontro dibattito sui migranti nella cittadina iblea Foto Corrierediragusa.it

La prima volta in Sicilia. La festa dell’Unità è sbarcata alla Villa Bellini a Catania dove stand ed eventi saranno aperti fino all’11 settembre quando il segretario nazionale del Pd, Matteo Renzi, chiuderà la manifestazione il cui tema è «L´Italia che dice Sì". La cerimonia d´apertura alla presenza del presidente del Pd, Matteo Orfini, della vice segretaria nazionale del partito Debora Serracchiani, del presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, del sindaco di Catania Enzo Bianco, del segretario regionale del Pd Fausto Raciti e del segretario provinciale del Pd Catania Enzo Napoli ha avuto anche un momento di contestazione nei confronti del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, interrotto mentre parlava di investimenti su strade, porti e ferrovie. Un gruppo di contestatori hanno scandito slogan contro la riforma costituzionale e la buona scuola. I docenti hanno raccontato le difficoltà quotidiane legate alla scelta di abbandonare le proprie famiglie. E provocatoriamente giocando con lo slogan del dibattito dicono: «Da quale Sud riparte l’Italia?».

Il programma definitivo della festa non è ancora noto ma il prossimo fine settimana dovrebbe essere in programma un incontro dibattito a Pozzallo sul tema dell’immigrazione. Proprio Pozzallo, quale luogo simbolo di sbarchi di migranti, era stata indicata come location della festa dell’Unità.