Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1469
CATANIA - 26/09/2012
Attualità - A novembre verrà riscritta la nuova convenzione, nulla da fare per quest’anno

Consorzio ed università d´accordo: Lingue resta ad Ibla

Il Consorzio ritirerà il ricorso al Tar, l’ateneo non darà corso alla risoluzione della convenzione

Lingue può restare ad Ibla. Dall´anno accademico 2013 - 2014 i corsi torneranno a Ragusa grazie alla creazione dell´Università a rete con costi dei docenti a carico dell´ateneo catanese. Se Consorzio ed Università chiuderanno l´accordo si potrà partire dunque dal prossimo anno accademico con un anno di purgatorio, quello in corso, in cui non è stato attivato il primo anno.

Tra l’Università di Catania ed il Consorzio è scoppiata la pace dopo un’estate caratterizzata dal braccio di ferro sulla continuazione della esperienza universitaria a Ragusa. L’incontro tenutosi a Catania nella sede del rettorato sembra aver sancito l’accordo definitivo tra le parti. Vi hanno preso parte il presidente del Consorzio Universitario Enzo Di Raimondo ed il suo vice Gianni Battaglia ed i funzionari dell´ateneo, il prorettore Maria Luisa Carnazza, il direttore generale Lucio Maggio e il dirigente dell’area dei rapporti istituzionali e con il territorio Rosanna Branciforte.

Il consorzio rinuncerà ad andare avanti con il ricorso al Tar e l’ateneo catanese bloccherà la risoluzione della convenzione siglata tra le parti nel giugno 2010. Queste decisioni saranno formalizzate con apposite delibere dagli enti statutari di Università e Consorzio. La struttura didattica speciale di Lingue resterà dunque a Ragusa ed un´altra riunione si terrà a novembre per definire il pagamento degli oneri dovuti dal Consorzio all’Università secondo l’accordo sottoscritto nel giugno del 2010.

Si cercherà, quindi, di assicurare la piena ripresa – a partire dal prossimo anno accademico 2013/14 – di tutte le attività formative della Sds di Lingue in un contesto di Ateneo «a rete», con l’Università di Catania impegnata ad assicurare le attività didattiche, e il Consorzio ibleo impegnato, con gli enti territoriali ragusani, nelle attività di supporto logistico (locali, personale e attrezzature) e in specifici interventi per il diritto allo studio.