Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 521
CATANIA - 13/09/2012
Attualità - I tre aerei che erano parcheggiati a Malta sono rientrati in Irlanda

La cordata siciliana dice no al salvataggio di Wind Jet

Roberto Corrao, a nome degli imprenditori, ipotizza la costituzione di una nuova società che occupi gli spazi di mercato lasciati libeeri dalla low cost catanese

La cordata di imprenditori siciliani intenzionati a rilevare Wind Jet si tira indietro. Il gruppo ha ufficializzato la propria decisione dopo la valutazione della situazione patrimoniale della low cost catanese che fa capo a Nino Pulvirenti. Sfuma dunque anche questa ipotesi di salvataggio e nonostante le assicurazioni della compagnia Wind Jet va verso il fallimento.

Roberto Corrao a nome dei professionisti e degli imprenditori interessati al progetto Wind Jet ha spiegato che il salvataggio è diventato impraticabile perché i tre aerei che Windjet aveva in leasing e che erano stati «parcheggiati» a Malta, sono rientrati in Irlanda dove sono stati reclamati dalla società proprietaria degli aeromobili. Questa condizione, ha spiegato Corrao, implica la perdita del Coa, il Certificato di operatore aereo.

Sfumata l’ipotesi di rilevare gli asset della compagnia la cordata pensa, tuttavia, a costituire una nuova società per
«occupare gli spazi di mercato lasciati liberi da Windjet e di assorbire parte dei dipendenti della compagnia siciliana. Entro una decina di giorni saremo in grado di presentare i dettagli relativi alla costituzione della nuova compagnia che dovrebbe essere quotata subito in Borsa".