Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 709
CATANIA - 11/08/2012
Attualità - A terra centinaia di passeggeri a Roma e Milano per la soppressione e ritardi di numerosi voli

Fallisce accordo Alitalia-Wind Jet: caos nei cieli siciliani

Enav annuncia il ritiro della licenza di esercizio alla low cost catanese a partire da lunedì
Foto CorrierediRagusa.it

E’ caos negli aeroporti italiani per il braccio di ferro tra Alitalia e Wind Jet. Centinaia di passeggeri sono stati bloccati soprattutto a Fiumicino e non sono riusciti a raggiungere Catania e Palermo. Ore di ritardi e cancellazioni di ben quattro voli hanno gettato nello scompiglio famiglie intere pronte per le vacanze di ferragosto. Le proteste non si sono contate ai banchi Wind Jet soprattutto per l’assoluta mancanza di informazioni ed assistenza ai passeggeri. Un altro duro colpo al turismo ed in particolare a quello siciliano in termini di immagine e di efficienza del sistema complessivo di offerta e qualità del prodotto.

La trattativa tra la compagnia di bandiera e la low cost catanese è praticamente fallita dopo che qualche spiraglio si era aperto nei giorni scorsi. L’Enac è stato chiaro: «Wind Jet dovrà fornire delle garanzie definitive entro lunedì altrimenti la licenza sarà sospesa.

assenza delle azioni richieste e del conseguente concreto miglioramento della regolarità operativa e della puntualità dei voli già a partire da questo fine settimana, l´Enac sarà costretto da lunedì 13 agosto, alla sospensione della licenza di esercizio per manifesta incapacita´ della societa´ Wind Jet ad assolvere agli obblighi del Regolamento Europeo".

Il baratro per 800 lavoratori di wind Jet è praticamente dietro l’angolo ed anche i tanti passeggeri che hanno acquistato un titolo di viaggio con Wind Jet rischiano di resatre a terra. Un piano alternativo di riportezione dei passeggeri è stato chiesto a Wind Jet ed Alitalia ha già provveduto ieri con alcuni voli speciali ad assicurare il traposrto dei passeggeri. Tra Alitalia e Wind Jet è un rimpallarsi di responsabilità e praticamente la rottura.

Alitalia ha detto in modo categorico che "non vi è più spazio per ulteriori trattative con Wind Jet per l´acquisizione del vettore catanese aseguito delle dichiarazioni da parte dell´amministratore delegato di Wind Jet, dalle quali è evidente la volontà della compagnia catanese di non rispettare le condizioni sottoscritte negli accordi del 2 e 3 agosto scorsi".

Alitalia "nonostante la sua volontà di realizzare l´operazione" denuncia che WindJet "non è mai riuscita a rispettare le date e gli obblighi derivanti dai vari accordi firmati con Alitalia, conferendo cosi all´operazione un profilo di rischio assolutamente imprevedibile ed inaccettabile nell´ottica di una gestione seria e responsabile", si legge nella nota nella quale si fa presente come finora "Alitalia si è impegnata per propria scelta e senso di responsabilità e non per obblighi derivanti da normative, regolamenti, decisioni di enti del settore o ultimatum, a riproteggere i passeggeri di Wind Jet nel caso in cui la compagnia catanese non fosse stata in grado di operare alcune tratte".

Per Wind Jet invece le condizioni dettate da Alitalia sono vessatorie e non tengono in considerazione gli interessi dei lavoratori, dei passeggeri e dei fornitori della low cost. L’accusa nei confronti della compagnia di bandiera è chiara. Dice Wind Jet: "Alitalia spera ora di spuntare condizioni maggiormente vantaggiose, ulteriori rispetto a quanto pattuito il 1 agosto, imponendo condizioni vessatorie e usando a pretesto la necessità di ricevere documentazione da terze parti. Le garanzie richieste per l´operazione sono state fornite nei tempi e nei modi concordati, pur di addivenire in tempi rapidi alla conclusione».