Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 808
CATANIA - 08/08/2012
Attualità - La trattativa con Alitalia è ormai arrivata alla fase finale

Accordo Wind Jet - Alitalia vicino, da oggi voli regolari in attesa della firma

La low cost catanese deve solo produrre delle garanzie sui debiti ma c’è fiducia
Foto CorrierediRagusa.it

Accordo vicino e da oggi si comincia a volrare con regolarità Tra Alitalia e Wind Jet manca solo la firma per sanciire il passaggio della low cost siciliana sotto le insegne della compagnia di bandiera. L’accordo è stato trovato nella notte dopo una lunga ed estenuante trattativa. Wind Jet, tuttavia, deve ancora produrre delle garanzie sui debiti accumulati ma le entrambe parti si sono dette fiduciose.

Il primo effetto è stato il ritorno alla regolarità dei voli di Wind Jet che hanno rispettato gli orari anche se, in attesa dell´accordo, la situazione fra le due aviolinee "è fluida", come riferiscono fonti della compagnia di bandiera.

Alitalia ha comunque confermato di voler portare a buon fine l´operazione tanto che ieri il Comitato esecutivo ha dato mandato all´amministratore delegato Andrea Ragnetti di finalizzare il contratto con Windjet, ma sottoponendolo ad una condizione: la conclusione ci sarà dopo che la compagnia fondata nel 2003 da Nino Pulvirenti avrà prodotto le garanzie che ancora mancano.

Tirano dunque un sospiro di sollievo non solo i dipendenti Wind Jet, 500 più 300 dell’indotto, ma soprattutto i passeggeri che in questi giorni sono stati coinvolti in ritardi e cancellazioni. I voli dovrebbero ritornare alla regolarità nella giornata di oggi grazie alla’intesa di massima raggiunta.

La trattativa tra le due compagnie e gli effetti sui voli

Sono ore decisive per il futuro di Wind Jet. Gli aerei della low cost siciliana rischiano di restare definitivamente a terra se la trattativa con Alitalia non sarà chiusa. Il presidente dell’Enac Vito Riggio ha dato 48 ore di tempo. Le manutenzioni sugli aerei della flotta Wind Jet sono ormai in scadenza e la compagnia non ha risorse per provvedere. Wind Jet ha operato negli ultimi giorni con soli cinque dei 12 aeromobili a disposizione proprio per l’impossibilità di provvedere alla manutenzione ordinaria. Gli effetti si sono scaricati tutti sui passeggeri che avevano acquistato un titolo di viaggio. I ritardi non si contano più; cancellati sei voli per Palermo e non è andata bene neppure per chi doveva volare da e per Catania visto che in qualche caso i ritardi accumulati sono arrivati fino a nove ore e comunque la media di 45 ore di ritardo è stata una costante. Un vero e proprio calvario per chi è dovuto ritornare al lavoro nella propria sede o per chi agognava a raggiungere familiari e luoghi di vacanza in Sicilia. Peggio ancora per chi aveva previsto qualche coincidenza da altri aeroporti.

Vito Riggio, presidente dell’Enac è stato categorico. «Se non sono assicurati gli standard previsti per la sicurezza non autorizziamo alcun volo. Wind Jet non risponde al momento ai requisiti previsti per mantenere in esercizio l’attività. I creditori sono ormai alle porte. Attenderemo ancora qualche ora per un segnale dal tavolo della trattativa aperto a Roma ma nulla di più». Le vittime di questa situazione sono innanzitutto i passeggeri che sono stati costretti ad attese estenuanti in molti casi nell’assoluta mancanza di comunicazione ed informazione da parte della compagnia.

Sullo sfondo c’è il possibile dramma di 800 persone, 500 dipendenti e 300 dell’indotto, che si potrebbero trovare senza lavoro e senza prospettive. La vicenda estiva della Wind jet è proprio una brutta storia.