Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 908
CATANIA - 20/06/2012
Attualità - Antonio Recca ha incontrato il Cda del Consorzio e la deputazione regionale

Tre milioni per Lingue, rettore chiede aiuto al ministero

Lettera al ministro Francesco Profumo per evidenziare l’eccezionalità della situazione

Il rettore vuole che Mediazione Linguistica resti ad Ibla ed ha chiesto al ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo «un congruo intervento economico straordinario finalizzato a fronteggiare le minori entrate derivanti dai ripetuti inadempimenti da parte degli enti locali a fronte di un’offerta formativa di assoluto qualità assicurata nella sede ragusana dell’Ateneo catanese».

Così ha scritto Antonio Recca nella lettera indirizzata al ministro dimostrando consapevolezza dei tagli ai bilanci degli enti locali da un lato ma dal’altro conscio della bontà della scelta di Ibla quale sede della facoltà. Antonio Recca ha confermato nell’incontro avuto con il presidente del Consorzio universitario, Enzo di Raimondo, e gli altri componenti il Cda, e la deputazione regionale formata da Pippo Digiacomo, Roberto Ammatuna ed Orazio Ragusa, che l’università crede nella facoltà di Ragusa ma vuole che il Consorsio onori la convenzione – transazione firmata due anni fa e le rate scadute per una somma che oggi ammonta a tre milioni di euro.

Provincia e Comune, ha detto il rettore, non devono avere tentennamenti su questo punto e cominciare a pagare in attesa dei fondi speciali che il Ministero potrebbe concedere alla luce della richiesta avanzata dall’Università.