Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1173
CATANIA - 04/05/2012
Attualità - Il traffico sarà dirottato su Sigonella, Palermo e Reggio Calabria

Catania chiuderà per manutenzione, ma Comiso è fermo

Vincenzo Fusco, direttore dell’Enac a Catania, definisce «non ipotizzabile» la soluzione Comiso, perché la società di gestione del Magliocco deve ancora presentare all’Enac il piano industriale Foto Corrierediragusa.it

Fontanarossa (foto) chiude ma di aprire Comiso non se ne parla. L’aeroporto di Catania ha bisogno di alcuni interventi manutentivi per le infiltrazioni di acqua piovana nella zona degli arrivi e la Sac ha già programmato un piano di intervento con disagi minimi per passeggeri ed automobilisti. Dal prossimo novembre tuttavia è stata programmata la chiusura dello scalo per almeno un mese a a causa dei lavori di manutenzione della pista.

«Verranno realizzate la nuova pavimentazione – spiega Gaetano Mancini, il presidente della Sac, la società che gestisce Fontanarossa –, il fondo della pista e infine collocheremo nuove strip ai margini della carreggiata per migliorare la sicurezza degli aerei in fase di decollo e atterraggio. Sappiamo che novembre dal punto di vista meteo di non è il periodo migliore ma non potevamo certo chiudere ad agosto». I fondi per realizzare i lavori fanno parte dello stanziamento da 90 milioni previsto dal contratto di programma quadriennale stipulato tra Enac e Sac e approvato dal Cipe.

Si pone a questo punto la domanda più ovvia. Dove saranno dirottati i cento voli in arrivo e partenza da Fontanarossa. La Sac sta pensando alle alternative e pensa di dirottare gli aerei su Sigonella come è avvenuto già nel 2002 per l’eruzione dell’Etna e poi ancora su Palermo e Reggio Calabria.

La Sac ipotizza anche di poter utilizzare Comiso ma Vincenzo Fusco, direttore dell’Enac a Catania, definisce «non ipotizzabile» la soluzione Comiso, perché la società di gestione del Magliocco deve ancora presentare all’Enac il piano industriale.


@maurizio
05/05/2012 | 16.36.05
saro

maurizio concordo pienamente con te. ma a suo tempo l´ex sindaco invitò tutti gli imprenditori della provincia e le varie associazioni di imprenditori, ad unirsi per gestire l´aeroporto. alla fine solo alcuni che ci credettero, riuscirono a racimolare 600 mila euro. queste somme furono restituite perchè non erano sufficienti. con chi ce la vogliamo prendere se è proprio il tessuto imprenditoriale ibleo che non ci ha creduto per primo? ora invece, tutte le associazioni imprenditoriali hanno sottoscritto un documento di solidarietà allo sciopero di pippo digiacomo....tipo: vai avanti tu e poi si vede.


Con Catania non si vola
05/05/2012 | 15.31.29
Maurizio

L´errore più grande è stato di dare lo scallo alla gestione dei catanesi (Intersac), non voleremo mai, fino a quando ci saranno loro, gli aereoporti lavorano con i numeri, quindi due aereoporti vicini anche se diversi, vanno gestite da due società diverse per andare in concorrenza, vedi Palermo con Trapani, ma da queste parti siamo ancora troppo ignoranti e incapaci, per capire certe cose; continuiamo ad aspettare facendo scioperi della fame così nel terzo millennio forse voleremo, via i catanesi dalla provincia di Ragusa.


I DISFATTISTI
05/05/2012 | 12.48.32
malcom

"se l´aeroporto aprirà, non sarà certo grazie a 4 disfattisti come te".
Abbiamo finalmente saputo chi sono i veri responsabili del naufragio annunciato dell´aeroporto: I DISFATTISTI.
Non i dilettanti allo sbaraglio che lo hanno programmato senza logica e senza prospettive!
E´ quello che diceva anche il duce quando stavano per sbarcare gli americani.
L´analogia è perfetta: il duce ha proclamato la guerra senza avere i mezzi per farla, ed è finita come è finita; l´aeroporto è stato fatto senza sapere come fare a farlo funzionare, e finirà allo stesso modo...
La colpa è sempre dei DISFATTISTI!


per malcom
05/05/2012 | 11.06.06
giuseppe

MALCOM....ma che vi pagano per fare una figura cacina? ma di che parli? non vedi che sei stato smentito anche da soaco? ma smettetela di infangare tutto....se l´aeroporto aprirà, non sarà certo grazie a 4 disfattisti come te.


ma ogni tanto una notizia giusta no?
05/05/2012 | 10.06.29
alfredo

avreste prima dovuto approfondire la vicenda piano industriale invece di farvi smentire clamorosamente. il piano indistriale è pronto da tanto tempo. ma siccome qualche mese fa l´alitalia si è fusa con windjet,, deve essere apportata una modifica anche nell´interlocuzione. la soaco infatti, si incontrerà con alitalia ed il nuovo piano indistriale sarà presentato entro maggio. non si capisce come mai si dia spazio a dichiarazioni negative, anzi che alzare la cornetta del telefono e chiedere al presidente di soaco cosa ci sia di vero nelle dichiarazioni di fusco....c´è troppa superficialità.