Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 18 Agosto 2017 - Aggiornato alle 12:44 - Lettori online 802
VITTORIA - 18/07/2017
Attualità - In attesa dell’avvio del progetto da 8 milioni da parte della Regione

Scoglitti, troppa pioggia e la rete fognaria scoppia

Fenomeno che si ripete ogni anno. Il sindaco: "Abbiamo subito provveduto, rimossi tutti i pericoli" Foto Corrierediragusa.it

La storia si ripete a Scoglitti. E’ bastato un violento acquazzone far tracimare la conduttura delle acque bianche e nere facendo sì che la spiaggia della Lanterna (foto) in alcuni punti si riempisse di melma nel pomeriggio di domenica. Il caso è diventato subito oggetto di scontro politico con le forze di opposizione subito ad addebitare il disastro alle colpe della giunta Moscato. Fatto è che per la revisione della fognatura di Scoglitti ci sono otto milioni finanziati dalla regione che deve realizzare i lavori ma del loro inizio non si hanno notizie.

Succede cosi che l’eccessivo volume di pioggia si riversa nella conduttura delle acque nere, ddi per sé insufficiente a causa di una rete sottodimensionata rispetto agli ampliamenti urbanistici che la frazione ha vissuto negli ultimi vent´anni, oltre che a causa della commistione delle acque nere con quelle piovane provenienti da strade, piazzali e tetti. Appena la condotta va in troppo pieno scoppia e la melma mista a fango, acqua e quant’altro ancora invade strade e spiaggia. L’amministrazione Moscato per alleviare i disagi che puntualmente si creano in situazioni estreme ha dato il via ai lavori per realizzare una guardia idraulica ovvero uno scolmatore di piena che evita che il sistema fognario si metta in pressione e faccia fuoriuscire fognatura mista ad acqua piovana. Dice il sindaco Giovanni Moscato: "Proprio nei giorni scorsi, in prossimità di Via Venezia, in corrispondenza di Via Riviera Lanterna, sono iniziati – e si concluderanno a breve- i lavori di manutenzione e ripristino della funzionalità di questo sistema di scarico della sovrapressione ingenerata nelle condotte fognarie dall´aumento di volume a causa dell´evento meteorico, che insieme ad una linea fognaria rifatta malamente appena dodici anni fa, mette in ginocchio tutta la rete fognaria di Scoglitti. Relativamente agli sversamenti lungo la riviera, occorre precisare che la notevole quantità di acqua riversata sull´arenile è prevalentemente acqua di provenienza stradale, che da monte naturalmente discende verso valle, trovando come vie di fuga i varchi di Via del Mare, Via Buranello e Via Bassanesi».

Gli uffici hanno proceduto alla bonifica della spiaggia e gli esami di laboratorio hanno accertato che non esiste inquinamento grazie alla rimozione delle sabbie inquinate ma bisognerà subito correre ai ripari perché il sistema fognario di Scoglitti resta un pericolo pronto ad esplodere alla prima pioggia.