Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:16 - Lettori online 717
VITTORIA - 02/03/2017
Attualità - Anche il feto non ha subito conseguenze

Donna in gravidanza colpita da ischemia

E’ stata sottoposta ad un trattamento molto delicato denominato trombolisi intravenosa Foto Corrierediragusa.it

Una donna di 43 anni, alla 30ma settimana di gravidanza, è stata accompagnata venerdì scorso al Pronto Soccorso dell´Ospedale Maggiore di Modica in condizioni critiche a causa di una emiparesi, cioè della perdita di funzionalità di parte del corpo. I medici, appurando la diagnosi di ischemia cerebrale acuta, l´hanno immediatamente trasportata alla stroke Unit di Neurologia dell’Ospedale Guzzardi di Vittoria. Qui è stata sottoposta a un trattamento molto delicato denominato trombolisi intravenosa. Una procedura, già di per se complessa, resa ancora più delicata, dallo stato di gravidanza della donna, che mira a cercare di «sciogliere il coagulo di sangue» e quindi ripristinare il normale flusso sanguigno cerebrale, allo scopo di evitare conseguenze gravi per la madre e il figlio. La procedura, gestita dal dottor Enzo Sanzaro, e coordinata dal dottor Antonello Giordano, è durata un’ora ed è andata a buon fine.

L’eccezionalità dell’intervento, assai raramente effettuato in Italia, consiste nel fatto che la terapia è stata applicata in presenza della gravidanza, salvando la vita alla donna, ma anche restituendole le funzioni motorie perse e preservando la vita al nascituro. La signora oggi sta bene ed è stata riaffidata alle cure dei Ginecologi per il monitoraggio della gravidanza.