Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 23 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 20:20 - Lettori online 782
VITTORIA - 16/02/2017
Attualità - Si è registrato in aula il voto contrario di Nuove Idee I democratici

Il baratto amministrativo è una realtà a Vittoria

Contestata la mancanza del principio di equità Foto Corrierediragusa.it

Era una promessa della campagna elettorale che è stata mantenuta. Il baratto amministrativo prenderà il via a Vittoria. Il consiglio comunale ha approvato, infatti, il regolamento che andrà a regolamentare quello che viene definito baratto amministrativo», pratica già consolidata in molte altre realtà per venire incontro alle esigenze e difficoltà dei cittadini. Il sistema, previsto dal decreto Sblocca Italia, prevede uno sconto sulle tasse locali, in cambio di manodopera e servizi utili alla città e alla collettività. «Una risposta positiva per la città» secondo il movimento politico Sviluppo Ibleo che si esprime in termini lusinghieri con riferimento all’attivazione del provvedimento da parte della giunta Moscato dimostrando di voler venire incontro ai cittadini anche se si dovranno approfondire ora modalità e tempistica della messa in pratica del servizio dato che in altre parti d´Italia il legislatore è intervenuto talvolta per mettere vincoli e paletti sull´applicazione del baratto amministrativo. Necessario quindi un regolamento dettagliato per non creare confusione e non ledere le finanze dell´ente comunale. Regolamento che è stato approvato dal consiglio comunale e che quindi presto dovrebbe essere applicato per chi ne fosse interessato.

I cittadini e le associazioni che vorranno spendersi per Vittoria e Scoglitti potranno farlo ottenendo una esenzione sui tributi locali. «Gli uffici comunali – evidenziano Daniela Pino e Gaetano Motta di Sviluppo Ibleo – si adopereranno per redigere progetti specifici a cui si potrà aderire oppure sarà possibile proporre interventi specifici». I due consiglieri sottolineano l´operato dell´assessore Andrea La Rosa che ha portato avanti il progetto con determinazione. Il baratto amministrativo, oltre ad aiutare le tasche dei vittoriesi, potrebbe anche portare il miglioramento concreto della città e delle frazioni balneari.

Si è registrato in aula invece il voto contrario di Nuove Idee I democratici, che, in una nota, spiegano la loro scelta: «Questo provvedimento – si legge – pare portarci indietro di secoli, dal momento che rappresenta una agevolazione per pochi che potranno sfuggire all’obbligo solidale per eccellenza, quello fiscale e altri costi per il Comune. Nell’atto votato – conclude la nota – manca dunque il principio di equità e da questo assunto si spiega il nostro voto contrario».