Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 19 Luglio 2018 - Aggiornato alle 17:41
VITTORIA - 12/09/2011
Attualità - Allo studio misure telematiche per educare al senso civico

Rivoluzione Gurrieri: "Denunciate gli evasori sul sito del Comune"

Ispirati dal modello Milano-Pisapia. Si pensa a un protocollo d’intesa con il ministero della Finanze. I recuperi fiscali nelle casse del Comune?
Foto CorrierediRagusa.it

Caccia all’untore, era il motto ai tempi del Manzoni; guerra al «parassita» della società, ovvero l’evasore fiscale del 2011, è lo slogan che le reti Rai mandano in onda tutti i giorni, sperando di fare arrossire di vergogna i finti poveri che guadagnano meno dei loro dipendenti e che ottengono i benefici dallo Stato a sbafo e senza versare il dovuto all’erario. L’assessore del Comune di Vittoria Piero Gurrieri (foto)è scatenato. «Pugno duro contro l’inquinamento e l’abusivismo? Di più. Tolleranza zero». E’ la nuova filosofia degli enti locali da quanto l’ultima manovra del governo affida ai comuni la «licenza di uccidere» gli evasori, promettendo, in cambio, che il «nero» recuperato potrà entrare direttamente nelle casse delle amministrazioni locali.

«Complimenti al comandante Cosimo Costa e ai vigili urbani- esordisce l’assessore Gurrieri- che tanto hanno fatto in tema di discariche abusive; ma intendo precisare che si tratta soltanto di un passo in direzione di una filosofia improntata alla logica della ´tolleranza zero´ che da qui ai prossimi mesi, superata l´emergenza estate, ispirerà l´azione del Corpo».

Secondo i buoni propositi del Comune, entro il 2012 Vittoria sarà dotata di un nuovo senso civico. Eliminate le discariche, niente ambulanti sui marciapiedi a ogni incrocio di strade, niente pane abusivo trasportato nei cofani delle auto; colpo mortale all’abusivismo edilizio e commerciale. Le ordinanze ci sono, eccome, il problema è farle rispettare!

I propositi dell’assessore Gurrieri sono ambiziosi: «Non ci fermeremo alle discariche, in quanto intendiamo adottare lo stesso sistema anche per altri comportamenti altrettanto irrispettosi della legge e del pubblico interesse, a partire dall´abusivismo edilizio e commerciale, e dai controlli sul reale rispetto delle regole da parte di tutti i soggetti titolari di concessioni ed autorizzazioni anche nelle strutture pubbliche, dei quali, ai sensi del regolamento di
trasparenza, andranno preliminarmente accertati la sussistenza e il mantenimento dei presupposti soggettivi di ordine pubblico. Si tratta di compiti ambiziosi, ma intendiamo metterli in campo con la massima intransigenza, anche perché questo è quanto ci chiedono cittadini e rappresentanze delle categorie produttive».

Un progetto è difficile che si realizzi con i modesti mezzi di cui dispone l’apparato burocratico. L’assessore lo sa e si rivolge ai cittadini, nella speranza che il vittoriese inverta la rotta anche in tema di collaborazione. «Per farlo in modo efficace, abbiamo bisogno della collaborazione di tutti soprattutto in considerazione del noto sottodimensionamento di organico della polizia municipale. Ecco perché istituiremo forme di collaborazione civica e di raccordo con altre pubbliche amministrazioni».

Il comune, sicurro che troverà poche persone a denunciare gli irregolari con tanto di nome e cognome, dota il portale web del Municipio di un accesso dove «chiunque, tramite dei meccanismi che entro due o tre settimane saranno attivati sul sito istituzionale, potrà denunciare, anche in forma anonima, situazioni di violazione delle disposizioni a tutela dell´ambiente, di quelle edilizie e di quelle commerciali, e a queste segnalazioni farà seguito, in tempo reale, un accertamento da parte della polizia municipale».

Piero Gurrieri non si ferma a questo, vuole imitare il modello Pisapia a Milano. «La novità più eclatante—conclude- sarà quella di stipulare protocolli con il ministero delle Finanze e i suoi uffici periferici, che prevedranno la segnalazione automatica da parte del Comune dei nominativi dei trasgressori ai fini della loro sottoesposizione ad efficaci e generali controlli fiscali, in quanto, a parte le attività di abusivismo commerciale che quasi sempre celano un nero, anche gli altri comportamenti ci appaiono talmente irrispettosi del senso civico dal poter lasciare presumere una uguale noncuranza nel rispetto delle disposizioni fiscali». Nei prossimi giorni una conferenza stampa chiarirà meglio i dettagli del progetto.