Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 21 Maggio 2018 - Aggiornato alle 19:41
VITTORIA - 27/07/2011
Attualità - La "strage" della macchinetta installata sulla Vittoria - Scoglitti

Autovelox "spietato": 439 multe in un mese

Gli automobilisti hanno lasciato sulla Vittoria-Scoglitti non meno di 68 mila euro Foto Corrierediragusa.it

Nella trappola dell’autovelox (foto). Il bilancio del primo mese è devastante. Dal 25 giugno al 25 luglio, il flash dell’autovelox installato sulla Vittoria – mare ha fotografato 439 automobilisti per eccesso di velocità. Ma se installassero per multare anche chi va sotto i 60 km le multe sarebbero più del migliao. Meglio la multa di 200 euro e il ritiro della patente piuttosto che provocare un incidente autonomo o rischiare di ammazzare qualche sventurato. Perché su quella dannata strada che porta al mare, di giovani vite spezzate si contano cifre a due zeri.

La pacchia sulla ex provinciale sp 17 Vittoria-Scoglitti è finita. Da quando sono in funzione gli autovelox si cammina in fila indiana, e spesse volte al di sotto del limite consentito. Sessanta km orari? Qualcuno si mette al sicuro e va pure a 40. Con giusta imprecazione e maledizione di chi sta dietro! Andrebbero multati anche queste «lumache» per intralcio alla circolazione! Ma gli amanti del brivido sono una razza inestinguibile: a bordo di grosse cilindrate oppure centauro, nella rete ci finiscono sempre. Per la felicità dell’ufficio tesoreria del Comune. «Non li abbiamo installati per fare cassa- precisa Giuseppe Nicosia- ma per educare la gente, far capire che una multa val bene una vita. Ho chiesto al comandante Cosimo Costa tolleranza zero, e così sarà».

Nell’estate 2010 il bilancio è stato positivo: meno incidenti, meno feriti, nessun morto d’asfalto. Ma tante polemiche fra maggioranza e minoranza, fra chi non voleva i birilli e chi pretendeva il cordolo di cemento armato in mezzo alla carreggiata. I politici, si sa, per una foto sul giornale amano polemizzare anche sul sesso degli angeli, figuriamoci per una cosa del genere. La doppia carreggiata e i birilli che non ci puntualmente abbattuti hanno avuto la loro spesa, ma chi se ne frega se il risultato è zero morti. C’è un progetto ex novo sulla Vittoria-mare, forse in pochi sopravviveremo alla sua realizzazione, e non avremo la gioia di conoscere il sindaco che lo realizzerà, per cui accontentiamoci degli autovelox, delle multe salate e dei ritiri di patenti per educare la gente.

E ora le cifre del primo bilancio. Otto le sanzioni elevate per la mancanza della cintura di sicurezza; 37 quelle per il superamento della doppia linea continua; 3 per la mancata revisione del veicolo; 1 per la mancata assicurazione del veicolo. I rilevamenti della velocità effettuata con strumentazione fissa e con quella mobile hanno portato ad elevare 439 contravvenzioni per il superamento del limite di velocità consentito (che è di 60 Km/h, valido sull’intero tratto da Vittoria a Scoglitti e viceversa). Per molti automobilisti è stato avviato l’iter per la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi, con il provvedimento dell’inibizione alla guida del veicolo, nella fascia oraria che va dalle ore 22 alle 7 del mattino, per i tre mesi successivi alla restituzione della patente.

«I controlli della Polizia municipale –dice il comanante Cosimo Costa- sono tesi in primo luogo a proteggere i cittadini da potenziali fattori di rischio che, come nel caso dell´alta velocità, possono causare incidenti. La nostra è un’attività essenzialmente di prevenzione e di educazione stradale. Sanzionare per eccesso di velocità, con multe da 155 a 2000 euro e con la sospensione della patente fino a 12 mesi, è necessario e imprescindibile, in quanto consente di garantire la sicurezza stradale e l´incolumità dei nostri concittadini. Nel contempo, vale la pena ricordare che l’ex Sp 17 è un´arteria ad alta densità di traffico e pertanto non vi è l’obbligo, da parte delle forze di polizia, di procedere alla contestazione immediata. Le statistiche negative sono diminuite da quando è stata introdotta la doppia linea e sono aumentati i controlli. E di questo va dato merito al sindaco Nicosia che ha voluto la tolleranza zero per rendere più sicure le vacanze dei vittoriesi».