Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:16 - Lettori online 823
SCICLI - 09/12/2016
Attualità - Cantiere aperto grazie al sostegno di un parrocchiano che ha finanziato l’intervento

Scicli, Cristo della chiesa di S. Michele in corso di restauro

E’ una statua in cartapesta con parti in legno e giunture di pelle di capretto, databile a fine ’600 Foto Corrierediragusa.it

Il Cristo della chiesa di S. Michele (foto) ritorna al suo antico splendore. E’ iniziato da qualche giorno l’intervento di restauro della statua lignea, ospitato nella chiesa di S. Michele di via Mormina Penna. Grazie al sostegno di un parrocchiano che ha voluto mantenere l’anonimato l’intervento è stato reso possibile e una ditta specializzata in questo tipo di delicati recuperi ha avviato già il lavoro che prosegue con la formula del cantiere aperto all’interno della chiesa. Il progetto è stato approvato dalla Sovrintendenza ai Beni culturali e dalla Curia di Noto che si sono avvalsi della consulenza dello storico dell’arte Paolo Nifosì.

Il Cristo è in cartapesta, canapa ingessata le articolazioni e i rivestimenti interni sono in pelle di capretto. La pittura è in forte stato di decomposizione per cui è stato più che opportuno il restauro. Il Cristo di S. Michele è databile alla fine del ‘600 ed è probabile che venisse utilizzato per le processioni del Venerdì Santo. Il restauro dovrebbe essere completato entro due settimane e comunque prima di Natale.