Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 19 Novembre 2018 - Aggiornato alle 11:38
RAGUSA - 04/11/2018
Attualità - Cerimonia in Piazza S. Giovanni alla presenza delle massime autorità

Ragusa ha onorato Unità d´Italia e Forze Armate

La giornata contribuisce a mantenere vivi nella memoria collettiva i principi ed i valori democratici Foto Corrierediragusa.it

Il centenario della Grande Guerra è stato ricordato in occasione del «Giorno dell’Unità nazionale e della Giornata delle Forze armate». La cerimonia si è tenuta a Piazza S. Giovanni alla presenza delle massime autorità istituzionali alla presenza del Prefetto Filippina Cocuzza (nella foto con il sindaco Cassì), insieme al Questore, al Comandante Provinciale dei Carabinieri, del colonello della Guardia di Finanza del Sindaco di Ragusa Giuseppe Cassì e di altri sindaci dei comuni iblei. Agli onori militari resi ai Caduti dal picchetto interforze, affiancato da una rappresentanza in uniforme composta da personale del Corpo militare, delle Infermiere Volontarie e dei Volontari del Soccorso della Croce Rossa Italiana, dai Vigili del Fuoco, dalla Polizia Provinciale e dalla Polizia Municipale di Ragusa, dai Gonfaloni dei Comuni della provincia e dai Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma che hanno fatto da cornice agli onori, è seguita la cerimonia dell’alzabandiera.

Il prefetto ha ricordato il ruolo fondamentale e strategico delle Forze Armate i cui compiti si sono nel tempo rinnovati e diversificati notevolmente sia sul territorio nazionale che all’estero, configurandosi, quale alta espressione di pace e presidio della nostra indipendenza e della sicurezza di tutte le istituzioni democratiche. Il prefetto ha posto l’accento sulla rilevanza della ricorrenza, sottolineando come la cerimonia del 4 novembre contribuisce a mantenere vivi nella memoria collettiva e segnatamente dei giovani, i principi ed i valori democratici nel ricordo di quanti hanno per tali ideali sacrificato anche la propria vita.

La giornata si è conclusa con una passeggiata lungo le vie del centro storico per ammirare le vetrine accuratamente allestite -grazie alla disponibilità delle Associazioni di categoria e dei commercianti - con numerosi uniformi, cimeli, medaglie e documenti sul tema, forniti dalle Forze Armate, dalle Forze di Polizia, dai Vigili del Fuoco, dalle Associazioni Combattentistiche e d’Arma nonché da collezionisti privati, forniti nell’ambito di un progetto fortemente voluto dalla Prefettura proprio nell’intento di affermare ancor più l’importanza della celebrazione del giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.