Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 19 Novembre 2018 - Aggiornato alle 11:38
RAGUSA - 31/10/2018
Attualità - Interviene l’associazione politico culturale Ragusa in Movimento

Quella mini voragine di via Ducezio vicino alla questura

Chieste spiegazioni alla giunta Cassì Foto Corrierediragusa.it

C´è ancora la "voragine" alle spalle di via Ducezio (foto), dove sorge il palazzo della Questura, dove lo spazio è transennato per impedirne l´accesso e segnalare il pericolo. La vicenda viene evidenziata dal presidente dell’associazione politico culturale Ragusa in Movimento, Mario Chiavola, che chiede di conoscere le motivazioni per cui non si interviene, oltre che per mettere in sicurezza la zona, anche per garantire un minimo di decoro a un’area specifica della città. «Torniamo a chiederci quali sono i motivi – aggiunge Chiavola – per cui non si riesce ad assicurare la piena integrità di quest’area che, tra l’altro, è adibita alla sosta delle auto e dei camper. E, soprattutto, che figura ci facciamo con i visitatori visto che ci troviamo non solo alle spalle del palazzo della Questura ma anche a due passi dal teatro Tenda. E, infatti, ogni volta che si tengono delle manifestazioni di vario tipo all’interno della struttura comunale, il parcheggio è giustamente preso d’assalto.

Non abbiamo mai avuto risposte chiare su che cosa è realmente accaduto nel sito in questione e, soprattutto, su quale dovrebbe essere la soluzione per rimediare a questo impiccio non da poco. Torniamo, dunque, a fare sentire la nostra voce con la speranza che l’Amministrazione Cassì possa individuare una soluzione e far sì che la stessa possa essere attuata in breve volgere di tempo. Basta con la minivoragine - conclude Chiavola - che non rende giustizia a quest’area della città di Ragusa».