Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 14 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 23:16
RAGUSA - 09/10/2018
Attualità - Il decreto dell’assessorato regionale alla Sanità

Sono 144 i nuovi posti disponibili nella sanità iblea: la mappa

I posti potranno essere coperti grazie anche alla mobilità volontaria Foto Corrierediragusa.it

Sono 144 i posti nella sanità iblea tra stabilizzazioni e nuovi assunti. Il decreto dell’assessorato regionale alla Sanità stabilisce criteri, numeri e tipo di professionalità che saranno immessi nei ruoli fino al 2019. Per quanto riguarda le stabilizzazioni, ovvero personale che ha avuto nel tempo un contratto a tempo determinato o rapporti di collaborazioni i posti riguardano un biologo, 6 farmacisti ospedalieri, un fisico, 2 fisioterapisti, 47 infermieri, 15 operatori socio-sanitari, un operatore tecnico, un ortottista, 7 ostetrici, 2 tecnici audioprotesisti, 9 tecnici di laboratorio, 5 tecnici di radiologia, e 47 medici. Nel dettaglio delle varie specializzazioni mediche si indicano 3 anestesisti, 2 cardiologi, 2 chirurghi vascolari, un gastroenterologo, due ginecologi, un medico per la Medicina dello sport, 5 medici per le urgenze, uno per la riabilitazione, 5 internisti, uno per la medicina nucleare, 3 per la medicina della trasfusione, due nefrologi, un neuropsichiatra infantile, un ortopedico, 3 otorino, 2 pediatri, uno psichiatra, 8 radiologi, 2 radioterapisti. I posti potranno essere coperti grazie anche alla mobilità volontaria, ovvero con trasferimenti di personale da parte di altre aziende ospedaliere italiane. L’Azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania è stata indicata come capofila per le gestione delle procedure di selezione.

Sempre in tema di assunzioni nel campo sanitario, la Clinica del Mediterraneo ha annunciato che assumerà in maniera diretta 13 infermieri, 5 fisioterapisti ed un tecnico di radiologia. Questi lavoratori sono stati finora della cooperativa che opera all’interno della struttura privata, convenzionata con il sistema sanitario nazionale. L’accordo per l’assunzione e la stabilizzazione del personale è stato raggiunto dopo 6 mesi di trattative con i rappresentanti dei lavoratori.