Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 12 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 14:42
RAGUSA - 28/09/2018
Attualità - Maltempo fino a domenica

Forti venti e possibili temporali in provincia di Ragusa a causa di Medicane, il ciclone simil tropicale

Il nome Medicane è una fusione tra Mediterranean e hurricane (uragano), ma non si tratta di un vero uragano Foto Corrierediragusa.it

Forti venti, mareggiate e temporali potranno interessare nelle prossime ore la Sicilia e la Calabria ioniche e il basso Adriatico: è l´effetto di Medicane, il ciclone simil tropicale che si sta formando nel mare Ionio. L´occhio del ciclone è in mare aperto, intorno i venti soffiano fino a 150 chilometri orari. Il fenomeno lambirà le coste meridionali della Sicilia e potrebbe interessare in particolare la provincia di Ragusa. Sarà interessata anche la Calabria ionica, le aree di Reggio e Catanzaro, e la provincia di Lecce, come spiega Antonio Sanò, fondatore del sito ilmeteo.it. Sono possibili temporali, mentre i venti sulle coste raggiungeranno anche i 90 chilometri orari. Previste mareggiate, con onde fino a 3 o 5 metri".

Il nome Medicane è una fusione tra Mediterranean e hurricane (uragano), ma non si tratta di un vero uragano. A scatenare il ciclone in queste ore è il contrasto tra l´aria fredda che soffia da nord est e le temperature alte (tra i 5 e i 6 gradi sopra la media) del bacino del Mediterraneo compreso tra lo Ionio e il golfo di Sirte, in Libia.

Esaurito il Medicane, ci aspetta una domenica quasi estiva, con temperature che arriveranno anche a 30 gradi. Da lunedì, però, una perturbazione atlantica determinerà un calo delle temperature in tutta Italia. In arrivo un nuovo ciclone mediterraneo - ma non si tratterà di un Medicane - con piogge molto intense da lunedì.