Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 20 Settembre 2018 - Aggiornato alle 14:14
RAGUSA - 12/09/2018
Attualità - Sono soldi «freschi» che serviranno a garantire servizi ed attività

I turisti portano nelle casse comunali un milione 100.000 euro

Prevista anche la promozione del territorio Foto Corrierediragusa.it

I turisti portano nelle casse comunali un milione 100.000 euro. E’ quanto versato grazie all’applicazione dell’imposta di soggiorno. Sono soldi «freschi» che serviranno a garantire servizi ed attività. Il piano elaborato dalla giunta Cassì, che dovrà poi passare all’esame dell’aula, prevede 8 forme di finanziamento. L’apertura delle chiese nei due centri storici, grazie al protocollo a suo tempo sottoscritto con la diocesi, costerà 55.000 euro. La voce più consistente, poco più della metà degli introiti, 575.000 euro, saranno invece destinati alla promozione del territorio, agli stipendi del personale impiegato nei punti di informazione turistica ed al materiale informativo. Ben 143 mila euro saranno utilizzati per l’organizzazione e gestione di eventi e attività culturali di promozione turistica e servizi a supporto del turismo. Per l’immagine della città, la sua presenza in manifestazione ma anche per per la valorizzazione di manifestazioni tradizionale, sono previsti 31 mila euro.

Alle strutture ricettive, in termini di miglioramento e contributi, andrà una quota del 5% dei 265.000 euro per contributi in materia di turismo, 10 mila euro per interventi di manutenzione e recupero di beni, spazi e aree pubbliche rilevanti per l’attrazione turistica, 6.000 euro sono destinati all’acquisto di beni per il Castello di Donnafugata e Museo del Costume e 14.000 per acquisti vari.