Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 13 Novembre 2018 - Aggiornato alle 14:33
RAGUSA - 04/09/2018
Attualità - I comuni di Modica e Comiso hanno chiesto un rinvio

Dimensionamento scolastico: ancora nessuna determina

Prossima seduta aggiornata al 13 settembre alle ore 16 Foto Corrierediragusa.it

La Conferenza provinciale di organizzazione della rete scolastica si è insediata ma non ha prodotto alcuna determina su una eventuale proposta di dimensionamento scolastico per l’anno 2019/2020 perché sia il Comune di Modica, per iscritto, che il comune di Comiso, su proposta del sindaco Maria Rita Schembari, hanno chiesto un rinvio. A Comiso l’amministrazione comunale ha avviato un confronto con i dirigenti scolastici per il nuovo assetto della rete scolastica ma il percorso non è stato ancora completato ed è per questo che il sindaco Schembari ha chiesto un aggiornamento della Conferenza in modo che il suo Comune possa determinarsi nei prossimi giorni. Chi ha già deliberato è il comune di Vittoria e il dirigente Giuseppe Sulsenti, delegato dalla Commissione prefettizia, ha prodotto copia della deliberazione della Giunta Municipale n. 399 del 20 luglio 2018 che propone una rimodulazione dell’assetto della rete scolastica con la trasformazione del Circolo didattico ‘Rodari’ in Istituto Comprensivo che viene accorpato all’Istituto ‘Sciascia’ di Vittoria ma che prenderà il nome di Paolo Borsellino, mentre, l’Istituto Comprensivo ‘Don Biagio’ accorpato al ‘Caruano’ prenderà il nome di Giovanni Falcone. Sulla proposta di rinvio dei comuni di Modica e Comiso, la Conferenza non si è opposta e si è aggiornata al 13 settembre alle ore 16.