Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Agosto 2018 - Aggiornato alle 14:59
RAGUSA - 14/06/2018
Attualità - Consigli rivolti soprattutto agli anziani

Per ora fa fresco ma il caldo resta sempre in agguato

Il Primo Soccorso in caso di colpo di calore si basa sul raffreddamento della persona Foto Corrierediragusa.it

Caldo in arrivo e l’azienda sanitaria declina dieci punti da seguire per combatterlo. Consigli rivolti soprattutto agli anziani ma anche alla popolazione che soffre di particolari patologie perché più vulnerabili agli effetti delle ondate di calore. Il piano anti caldo è stato presentato dai sanitari dell’Asp di Ragusa con in testa il nuovo direttore sanitario Emanuele Cassarà che ha detto, tra l’altro: «Si tratta di un piano frutto del lavoro di sinergia con tutti gli attori che, a vario titolo, hanno lavorato per la stesura. Un Piano operativo semplice, ma efficace perché fornisce ottimi consigli da seguire per evitare rischi nei giorni di allerta per l’eccessivo caldo. Una Rete di collaborazione di tutti i servizi sanitari e le strutture distrettuali dell’Azienda: guardie mediche, Pte, Pronto Soccorso degli ospedali aziendali, ma anche altre realtà: i Medici di Medicina Generale, i Pediatri di libera scelta le Organizzazioni di Volontariato.

La situazione critica scatta quando la temperatura si attesta sopra i 32° ed è associata ad un elevato tasso di umidità. In quei casi, dicono i medici dell’Asp, bisogna evitare di uscire e svolgere attività fisica nelle ore più calde della giornata, bere almeno due litri di acqua al giorno, vivere in un ambiente rinfrescato da un ventilatore o condizionatore, che riduce l’umidità dell’aria dando una sensazione di beneficio anche se la temperatura della stanza non diminuisce molto. Chi soffre di ipertensione non deve interrompere o sostituire di propria iniziativa i farmaci anti-ipertensivi, anche in caso di effetti collaterali, ma consultare sempre il proprio medico. Altri consigli pratici riguardano l’abbigliamento perché è bene indossare cappellino e tessi di cotone o lino. Sarà anche bene non bere alcolici e nutrirsi con pasti a base di pasta, frutta e verdura.

Il Primo Soccorso in caso di colpo di calore si basa sul raffreddamento della persona evitando, nel contempo, di dare da bere. Bisogna dunque accompagnare la persona in una zona ombreggiata e raffreddarla rapidamente utilizzando qualunque mezzo.