Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 21 Giugno 2018 - Aggiornato alle 10:14
RAGUSA - 05/06/2018
Attualità - Il cantatutore Roberto Vecchioni ha chiuso la terza edizione dell’evento

Ibla ha accolto le tragedie greche tra palazzi e scalinate

"3drammi3" ha visto la rappresentazione delle opere sullo sfondo del Duomo di S. Giorgio Foto Corrierediragusa.it

Il live di Roberto Vecchioni ha chiuso la terza edizione di «3drammi3», il festival ibleo della tragedia greca promosso dal Teatro Donnafugata. Nella cornice barocca di Ibla partecipatissimi gli appuntamenti programmati nella tre giorni iniziata venerdì scorso con il reading «Carrube e Cavalieri» di Raffaele Poidomani interpretato dall’attore Carlo Cartier. Manuel Giliberti e Gianpaolo Renello hanno parlato di due delle opere attualmente in scena al teatro greco di Siracusa, «Edipo a Colono» e «Eracle» che in versione pocket sono state messe in scena dagli attori Davide Sbrogiò, Corrado Drago e Deborah Lentini. Molto apprezzata la rappresentazione sulla scalinata del Duomo di San Giorgio che è divenuto un teatro barocco, de «Le Troiane», per la regia di Matteo Tarasco e la mise en espace di Mario Incudine.

Bravissime le attrici Stefania Blandeburgo, Aurora Cimino, Graziana Lo Brutto, Clara Ingargiola, Chiara Seminara, Sabrina Sproviero, accompagnate al flauto da Angela Leone e al contrabbasso da Romina Denaro. Ai Giardini iblei la serata conclusiva con la rappresentazione finale del workshop «Idomeneo – re di Creta», diretto da Marco Gandini, che ha visto anche la partecipazione straordinaria del soprano Eva Mei e del tenore Emanuele D’Aguanno. Conclusione con il cantautore Roberto Vecchioni, autore del libro «Il mercante di luce», che ha intrattenuto il pubblico con un live musicale tra spunti di riflessione e grandi successi, raccogliendo unanimi consensi.