Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 25 Settembre 2018 - Aggiornato alle 18:05
RAGUSA - 02/06/2018
Attualità - Consegnate due distinzioni onorifiche

Celebrato il 72° anniversario della Fondazione della Repubblica

Il Prefetto ha fatto riferimento all’hot spot del porto di Pozzallo come simbolo di accoglienza Foto Corrierediragusa.it

Anche Ragusa ha celebrato il 72° anniversario della Fondazione della Repubblica con una cerimonia tenuta prima in piazza Matteotti e poi nel cortile del Palazzo di Governo. Il prefetto, Filippina Cocuzza, ha dato lettura del messaggio del Capo dello Stato ed ha poi consegnato due distinzioni onorifiche. La prima a Giovanni Floridia, modicano, deportato in vari lager tedeschi e decorato con medaglia d’onore consegnata al figlio. Altra distinzione onorifica di Cavaliere è stata consegnata al Sottotenente dell’Arma Massimo Farinelli, comandante del Nucleo operativo Radiomobile della Compagnia di Modica. Nel suo intervento il Prefetto ha sottolineato l’importanza di salvaguardare i valori fondanti della Repubblica tra cui il diritto al lavoro, all’istruzione ed alla pratica delle propria fede religiosa. Un riferimento preciso anche all’accoglienza perché siano garantiti allo straniero i diritti fondamentali.

Il Prefetto ha fatto riferimento all’hot spot del porto di Pozzallo, oggi considerato struttura di eccellenza in cui operano in sinergia le Forze di Polizia, Protezione civile, Croce Rossa e Asp. Ricordato nell’occasione Segen, il giovane libico morto ad appena 22 anni dopo il suo arrivo a Pozzallo. «Segen -ha detto il prefetto- sin dal suo arrivo ha manifestato la precarietà della sua salute e non ce l’ha fatta ma ci ha lasciato una testimonianza dei suoi sentimenti e del suo calvario che deve indurre tutti noi a riflettere». Il momento di riflessione è stato seguito dalla letture di due poesie affidate a Carlo Ferreri. L’esibizione del Corpo bandistico «S. Giorgio» e del coro scolastico in rete «Goccia su Goccia» hanno chiuso la giornata. Nei saloni della Prefettura per l’occasione è stata inaugurata la mostra fotografica del Maestro Giuseppe Leone dal tema «Immagini della memoria». La mostra resterà aperta fino a domenica.