Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Luglio 2018 - Aggiornato alle 23:46
RAGUSA - 01/06/2018
Attualità - Circa 350 mila rilasciate sono state scoperte difettose

Carte d´identità elettroniche, come controllare validità

Al momento della prima produzione non erano state testate e i dati sono risultati illeggibili Foto Corrierediragusa.it

I possessori delle carte di identità elettroniche rilasciate tra ottobre 2017 e febbraio 2018 possono controllare la validità del loro documento on line. Il Ministero dell’Interno informa infatti che andando all´indirizzo www.cartaidentita.interno.gov.it/verifica-cie, è stata messa a disposizione una funzionalità per consentire ai cittadini di verificare online la presenza di eventuali difetti all’interno della propria (Carta d´identità Elettronica) visto che le carte rilasciate nel periodo indicato hanno un microchip difettoso. I possessori devono inserire il codice fiscale ed il numero di serie della (Carta d´identità Elettronica) CIE ed il servizio restituisce un riscontro in tempo reale, fornendo informazioni e indicazioni aggiuntive per i documenti che presentano la non conformità.

In Italia si tratta di circa 350 mila carte di identità che sono state scoperte difettose e l’anomalia potrebbe riguardare anche quelle rilasciate nei comuni di Ragusa e Modica. Dopo le numerose segnalazioni e le proteste dei cittadini che si sono visti rifiutare il nuovo documento di identità è emerso che le Cie (carte d’identità elettroniche) al momento della prima produzione non erano state testate e i dati sono risultati illeggibili. La problematica era stata già segnalata quattro mesi fa. A farsi carico della denuncia, per primo, il presidente dell’Anci Antonio De Caro, che ha inviato una lettera a tutti i colleghi sindaci per invitandoli a fare attenzione.