Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 17 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 22:34
RAGUSA - 09/05/2018
Attualità - Convegno al Centro Sttudi "Rossitto" promosso dalla Fondazione S. Giovanni

Come integrare e proteggere i richiedenti asilo

C’è il rischio, tuttavia, che l’immigrazione diventi un business che lucra sulle speranze e le povertà Foto Corrierediragusa.it

A Ragusa, con l´evocativo titolo de "L’Unione Europea e le politiche per l’immigrazione" è stato presentato il tema del seminario organizzato dal Centro Studi Feliciano Rossitto. E’ stata l’occasione per un confronto tra vari attori coinvolti nella questione immigrazione a cominciare dalla Fondazione S. Giovanni Battista che ha promosso l’iniziativa. Il presidente della Fondazione, Giovanni Meli, nel ricordare che 5 progetti Sprar sono gestiti dalla Fondazione dando lavoro a 66 persone, tutte qualificate, ha evidenziato come l’integrazione è il solo strumento per proteggere, promuovere e integrare al meglio. C’è il rischio, tuttavia, che l’immigrazione diventi un business che lucra sulle speranze e le povertà estreme ma il sistema (Sistema di protezione per richiedenti asilo) rappresenta ad oggi la migliore risposta alle reali esigenze degli individui migranti richiedenti protezione.

«Le politiche europee per il Mediterraneo» sono state al centro della relazione di Salvo Nicolosi, docente presso la Struttura didattica speciale di Lingue e Letterature straniere. Una escursione sull’arretratezza e sulle criticità di una Europa poco attenta ai valori della fratellanza e troppo concentrata su quelli della finanza. «L’accoglienza dei migranti a Ragusa» è stato il tema dell’intervento di Francesco Antonio Fronte, Presidente della Croce Rossa Italiana del Comitato di Ragusa.