Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 17 Luglio 2018 - Aggiornato alle 15:00
RAGUSA - 08/05/2018
Attualità - L’assessore al ramo aveva messo tutto in conto almeno per il primo mese

Differenziata con partenza stentata. Zanotto: "Serve collaborazione"

Ci sono però stati anche dei cittadini "bravi" che hanno fatto il loro dovere Foto Corrierediragusa.it

Una differenziata difficile. Il primo giorno del nuovo servizio ha evidenziato crepe nel sistema e soprattutto cattive abitudini dure a morire ed è chiaro che senza la collaborazione dei cittadini sarà arduo raggiungere l’obiettivo. Tutto messo in conto, tanto che l’assessore all´ambiente Antonio Zanotto (foto), in occasione della presentazione del nuovo servizio, aveva previsto un mese di tempo per un cambio di mentalità e di approccio dei singoli utenti. In centro storico e nelle contrade marinare tanti i sacchetti addirittura penzolanti dai balconi, contenuto indifferenziato e sacchetti accantonati agli angoli di strade e condomini. Non è stato un bel vedere e in molti sui social network hanno manifestato rabbia, stupore e critiche. In tanti lamentano che i mastelli per attuare la differenziata non sono stati consegnati e si sono dunque dovuti arrangiare ma è anche vero che gli utenti hanno dovuto arrangiarsi per capire come e con quali tempi attuare la differenziata.

L’informazione è certamente carente, l’impresa non è riuscita a raggiungere con le necessarie informazioni famiglie ed esercizi commerciali nonostante un bando da 400.000 euro destinato proprio ad un capillare contatto tramite depliant ed altri strumenti comunicativi. Ci sono stati anche i «bravi» cittadini, perché una buona percentuale è riuscita a conferire in modo differenziato ed ha anche segnalato disfunzioni e irregolarità al Comando dei vigili urbani per un intervento. Un primo bilancio sarà fatto alla fine della settimana per capire come e dove migliorare perché differenziare si deve.