Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 20 Maggio 2018 - Aggiornato alle 16:31
RAGUSA - 07/05/2018
Attualità - Il caso non mancherà di suscitare polemiche e dibattito politico nella cittadina marinara

Pozzallo perde Bandiera Blu. Marina di Ragusa e litorale Ispica Ok

Il sindaco della cittadina marinara Ammatuna: "Abbiamo pagato per il dato dello scorso anno" Foto Corrierediragusa.it

Tutte conferme in Sicilia, tranne Pozzallo. La Bandiera blu premia l´Isola, dalle Eolie al Trapanese, passando per Ragusa, ma Pozzallo, unica in Sicilia, perde un riconoscimento che da 15 anni, con eccezione nel 2013, si era vista riconosciuta. Nel Ragusano quindi conferme solo per le spiagge di Marina di Ragusa e del litorale di Ispica: per due tratti della spiaggia di Ciriga e per S. Maria del Focallo. In Sicilia resistono sei spiagge: Santa Teresa di Riva, che bissa la nomination dell´anno scorso, Tusa (Spiaggia Lampare, Spiaggia Marina) che riceve per il quarto anno consecutivo il prestigioso riconoscimento. Sempre nel Messinese Bandiera Blu confermata anche per le isole Eolie (Lipari, Acquacalda, Canneto), Stromboli (Ficogrande) e Vulcano (Gelso e Acqua Termali): nell´Agrigentino per Menfi (Lido Fiori Bertolino, Porto Palo Cipollazzo). In Italia le spiagge da Bandiera Blu hanno raggiunto quota 368 (342 nel 2017), pari al 10% di quelle premiate a livello mondiale; 175 le località di riviera (163 l´anno scorso) dove sventola la bandiera Fee (16 i nuovi ingressi e 4 le uscite) con la Liguria in vetta, seguita dalla Toscana e dalla Campania che ha dunque superato le Marche scesa alla quarta posizione.

L´ESCLUSIONE DI POZZALLO: TRIONFA L´AMAREZZA
Tanta amarezza a Palazzo La Pira per il mancato riconoscimento che ormai faceva parte del "Dna" del litorale pozzallese. La città non è stata neppure «scrutinata» dai vertici della Fee (Foundation for Enviromental Education) perché nel 2017 il dato della raccolta differenziata, elemento propedeutico e discriminante per essere ammessi, si è fermato al 15 per cento mentre la soglia minime è fissata al 30 per cento. Alla nomination concorrono poi altri fattori come accessibilità, servizi, parcheggi, fruibilità della spiaggia. Dice il sindaco Roberto Ammatuna: «Abbiamo pagato per il dato dello scorso anno ma sono sicuro che in tema di differenziata miglioreremo grazie al progetto intrapreso dalla mia amministrazione che ci poterà oltre la soglia stabilita. Peccato ma le regole della Fee sono stringenti».

Il caso non mancherà di suscitare polemiche e dibattito politico nella cittadina marinara così come in altri centri come Scicli e Modica, che pur vantando un litorale ampio, non riescono «storicamente» a fregiarsi del riconoscimento della Fee per la carenza di servizi a supporto delle spiagge, per una differenziata ben al di sotto dei limiti e per alcune ricorrenti disfunzioni nei sistemi di depurazione dei propri impianti che in alcune occasioni hanno provocato, da Sampieri a Marina di Modica, sversamenti in mare.

LA SODDISFAZIONE DEI SINDACI DI RAGUSA E ISPICA
Dopo la «Bandiera Verde 2018» per Marina di Ragusa, assegnata dai pediatri italiani che hanno premiato in tal modo le spiagge ragusane a misura di bambino, nella nostra ridente frazione balneare ragusana torna a sventolare nell´ormai prossima stagione estiva anche la «Bandiera Blu». A Roma infatti, nella sede del Cnr, si è svolta la cerimonia di consegna, da parte della Fee, ong danese Foundation for Environmental Education, della Bandiera Blu 2018. Per l´edizione numero 31 sono stati 175 i comuni italiani che hanno superato le selettive procedure seguite da una giuria internazionale ed una nazionale. A ritirare a Roma l´ambito riconoscimento per il Comune di Ragusa è stato l´assessore all´energia ed ambiente Antonio Zanotto.

«L´Amministrazione comunale di Ragusa - dichiarano il sindaco Federico Piccitto e l´assessore all´ambiente Zanotto - non può che ritenersi più che soddisfatta del risultato ottenuto che dimostra l’attenzione che abbiamo riposto verso il nostro territorio in materia di tutela ambientale e salvaguardia del patrimonio naturalistico. Mare pulito, spiagge quotidianamente curate, servizi efficienti che vengono garantiti a Marina di Ragusa ci hanno consentito di meritare l´assegnazione di questo prezioso vessillo che contribuisce allo sviluppo ed alla crescita del territorio comunale».

A Roma anche il sindaco di Ispica Pierenzo Muraglie, che si è detto soddisfatto per la riconferma del prestigioso riconoscimento che premia ancora una volta la bellezza del litorale ispicese, con particolare riferimento a Ciriga e Santa Maria del Focallo.

Nella foto l´assessore comunale di Ragusa Zanotto e il sindaco di Ispica Muraglie mostrano la Bandiera Blu 2018 appena ottenuta