Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 14 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 23:45 - Lettori online 839
RAGUSA - 07/08/2017
Attualità - Partiti i primi 170 telegrammi

Assunzioni nella sanità a Ragusa: 170 telegrammi

Soddisfatto il presidente della Commissione Sanità all’Ars Pippo Di Giacomo Foto Corrierediragusa.it

Via libera in Sicilia a 5 mila 138 assunzioni nella sanità. L’assessore alla Salute, Baldo Gucciardi, ha comunicato che le procedure di reclutamento del personale sanitario sono state ufficialmente aperte. Riguardano assunzioni nelle 9 Asp siciliane, 3 Policlinici, 5 ospedali e la Fondazione Bonino Pulejo. I direttori generali sono stati autorizzati ad assumere personale a tempo indeterminato. Nello specifico mille 481 posti riguardano unità inserite in graduatorie che risalgono dal 2003 ad oggi, 2 mila 44 sono le stabilizzazioni di personale precario tra medici, infermieri, tecnici, e personale amministrativo.

Per quanto riguarda l’Asp di Ragusa, ha specificato il presidente della Commissione Sanità all’Ars, Pippo Di Giacomo, si prevede l’assunzione di 264 medici, 183 infermieri, 106 tecnici e 133 ausiliari. Le assunzioni consentiranno di coprire innanzitutto i vuoti di organico nei Pronto soccorso di Vittoria e Modica.

Intanto sono partiti i primi 170 telegrammi per le assunzioni di medici ed infermieri a tempo indeterminato all’Asp di Ragusa. Nel telegramma viene chiesto ai diretti interessati di comunicare la loro disponibilità all’assunzione. Ad annunciarlo il presidente della VI Commissione Servizi Sociali e Sanitari all’Ars Pippo Digiacomo secondo cui "Sono stati mantenuti gli impegni assunti». Il reclutamento del personale, annunciato nei giorni scorsi, riguarda il cosiddetto Piano triennale del fabbisogno aziendale e i numeri si riferiscono al 2017.

L’intenzione è quella di privilegiare, in primo luogo, il reclutamento nelle aree di emergenza-urgenza, dai pronto soccorso alle terapie intensive. Vi saranno, inoltre, anche stabilizzazioni e nuovi concorsi per il personale amministrativo. Tocca ora alle aziende ospedaliere accelerare i tempi per dare risposte a quanti attendono da tempo un contratto a tempo indeterminato e coprire in modo stabile i vuoti di organico che riguardano in particolare i Pronto Soccorso e i reparti di Terapia intensiva.

L’assessore Gucciardi ha annunciato che sin dai prossimi giorni partiranno le prime mille 500 notifiche per assumere stabilmente personale collocato nelle vecchie graduatorie a patto che le aziende abbiano previsto corrispondenza tra le vecchie piante organiche e quelle nuove.