Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 19 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:22 - Lettori online 793
RAGUSA - 31/07/2017
Attualità - La sentenza del tar del lazio dà ragione al ricorso presentato dall’amministrazione

Un milione di rimborso per tribunale Ragusa

Il Ministero di Grazia e Giustizia dovrà procedere alla liquidazione in riferimento all’anno 2011 Foto Corrierediragusa.it

Quasi un milione di euro di rimborso per il funzionamento degli Uffici giudiziari. Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dall’ufficio legale del comune ed ha riconosciuto l’illegittimità della decurtazione operata dal Ministero, in quanto disposta nel 2012 con effetto retroattivo, in contrasto con il principio secondo cui tutti gli interventi che producono una riduzione di trasferimenti agli enti locali devono avvenire in tempo utile per essere considerati nei bilanci di previsione, così da non compromettere l’autonomia finanziaria degli enti locali che ne vengono colpiti.

Il Ministero di Grazia e Giustizia dovrà procedere dunque alla liquidazione della differenza pari a 908.537 euro per il funzionamento degli uffici in riferimento all’anno 2011. Il Comune aveva rendicontato infatti spese per 1.676 euro mentre il Ministero aveva rimborsato solo 767.475 euro.
Il TAR ha, invece, respinto i ricorsi per gli anni 2012 e 2013 per i quali la decurtazione è avvenuta tempestivamente, giudicando infondata la questione di legittimità costituzionale proposta in giudizio dal Comune per contestare la violazione del principio costituzionale di corrispondenza tra funzioni ed oneri.