Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 23 Agosto 2017 - Aggiornato alle 17:25 - Lettori online 528
RAGUSA - 30/06/2017
Attualità - Un finanziamento di 120 mila euro stanziato 4 anni fa e non ancora erogato

Organo S. Giorgio a Ibla in pericolo. Soldi non arrivano

Dura presa di posizione della deputata M5S, Vanessa Ferreri Foto Corrierediragusa.it

L’organo del Duomo di S. Giorgio (foto) è in pericolo. Serve un intervento urgente per preservare l’organo realizzato nel 1881 dalla ditta Serassi e che oggi risulta tra i più preziosi dell’isola. Il paradosso resta nel fatto che per il recupero dell’organo già cinque anni fa era stato concesso un finanziamento di 120 mila euro dalla presidenza della regione. Denuncia Vanessa Ferreri, deputata M5s all’Ars: "Da più di 4 anni assistiamo ad un vergognoso balletto di carte tra la segreteria generale della Presidenza della Regione e la soprintendenza dei Beni culturali di Ragusa e intanto l’organo a canne marcisce e continua a sgretolarsi, e solo grazie all´intervento del parroco, della Curia e di pochi cittadini che hanno a cuore l´immenso valore storico e artistico dell´opera, lo si preserva dal crollo definitivo.

L´ultimo progetto rimodulato per il restauro dell´organo presentato della Soprintendenza di Ragusa, e redatto da uno dei massimi esperti del settore, è adesso al vaglio di una fantomatica commissione nominata nel 2013, di cui non si conoscono né i tempi e le modalità di convocazione, né gli atti prodotti. L´unica cosa certa è che non vi fa parte nessuno degli esperti in restauro di strumenti musicali storici. La deputata iblea ha presentato un´interrogazione urgente al presidente della Regione e all´assessore ai Beni culturali, per capire se il finanziamento è ancora disponibile e i motivi del continuo rimpallo di responsabilità.